Translation(s): English - Italiano

(!) ?Discussion


Una patch è un piccolo documento di testo contenente delle variazioni tra due diverse versioni di un albero sorgente. Le patch sono create con il programma "diff".

Per applicarla correttamente è necessario sapere da cosa sia stata generata e come la nuova versione della patch cambierà l'albero dei sorgenti.

Come applicare una patch?

Si applica con il programma "patch", esso legge un file diff (o patch) e apporta le modifiche descritte all'albero dei sorgenti.

Le patch per il kernel di Linux sono generate relativamente alla directory genitore che contiene quella dei sorgenti del kernel. Questo significa che i percorsi dei file all'interno della patch contengono il nome della directory dei sorgenti per cui è stata generata, dal momento che è improbabile che corrisponda al nome della directory sulla propria macchina (è spesso un'informazione utile per vedere per quale versione è stata generata una patch altrimenti priva di etichetta), si si dovrebbe spostare nella propria directory dei sorgenti e quindi eliminare dai nomi dei file il primo elemento del percorso presente nella patch (l'opzione -p1 del comando "patch" fa proprio questo). Utilizzare l'opzione "-R" per ripristinare una patch applicata in precedenza.

Dove si scaricano le patch?

Sono disponibili sul sito http://kernel.org/, le più recenti sono elencate nella prima pagina ma hanno anche un posto specifico; quelle per le versioni 2.6.x.y (-stable) e 2.6.x risiedono all'indirizzo ftp://ftp.kernel.org/pub/linux/kernel/v2.6/.

Le patch -rc (meno sperimentali) sono su ftp://ftp.kernel.org/pub/linux/kernel/v2.6/testing/.

Le patch -git su ftp://ftp.kernel.org/pub/linux/kernel/v2.6/snapshots/.

I kernel -mm (più sperimentali) su ftp://ftp.kernel.org/pub/linux/kernel/people/akpm/patches/2.6/.