Translation(s): English - Français

(!) ?Discussion


CategoryDesktopEnvironment

Cosa è Wmii?

Wmii (Window Manager Improved) è un WM con «tiling»: un window manager che posiziona automagicamente le finestre senza sovrapposizioni. Ciò viene fatto allo scopo di sfruttare la più grande superficie possibile. Inoltre, per permettere un'organizzazione efficiente dello schermo, è possibile navigare nel desktop usando solamente la tastiera.

Installazione

Se xorg non è installato, si deve per prima cosa installarlo:

aptitude install xserver-xorg xterm xinit

Per wmii, è necessario questo pacchetto:

aptitude install wmii

Uso

Primi passi

Quando non si conosce la disposizione tiling, con le finestre tutte affiancate, non è per nulla facile iniziare a lavorarci. Si devono imparare le associazioni di tasti per avviare programmi e per muovere e ridimensionare le finestre. In modo predefinito il tasto "Mod" è Alt; si veda la sezione "Configurazione" di questa pagina per modificarlo, se necessario. Le associazioni di tasti da imparare sin dall'inizio sono:

Colonne

In modo predefinito, viene usata sul desktop una sola colonna. È possibile usare diverse colonne con «h» e «l»:

Le colonne vengono create automaticamente quanso si sposta una finestra alla sinistra o alla destra di quelle esistenti. È possibile allargarle o restringerle cliccando e trascinando il bordo tra due colonne.

Disposizioni

All'inizio è usata la disposizione predefinita, "default": tutte le finestre occupano uno spazio uguale. È possibile allungarle o accorciarle cliccando sul quadratino nella loro barra del titolo.

Disposizione flottante

Si possono posizionare le proprie finestre come si farebbe in un window manager classico. Questa viene chiamata disposizione flottante. È utile per alcune applicazioni, come The Gimp.

Nella disposizione flottante, si selezionano le finestre con Mod+j e Mod+k. Si possono cambiare le dimensioni di una finestra cliccando su un suo angolo, come in un window manager classico. Ma si possono anche usare le scorciatoie da tastiera:

Viste

Le viste sono basate sullo stesso principio dei desktop degli altri window manager. Vengono automaticamente create quando si muove una finestra al loro interno. Anche le scorciatoie da tastiera usate sono simili:

La stessa cosa vale per tutti i numeri, da 0 a 9. Si possono anche usare nomi:

Configurazione

Configurazione personale dell'utente

Il file di configuration è /etc/X11/wmii-3.5/wmiirc. Se si desidera una configurazione personalizzata, si può copiarlo dentro .wmii-3.5 nella propria cartella personale:

cp /etc/X11/wmii-3.5/wmiirc /home/<login>/.wmii-3.5/

Configurazione di base

È necessario semplicemente modificare il file wmiirc.

Tasti

# Configuration Variables - variabili di configurazione
MODKEY=Mod1
UP=k
DOWN=j
LEFT=h
RIGHT=l

Modificare Mod1 in Mod4 se si desidera usare il tasto Windows invece di Alt. Se si vuole, si può anche modificare h, j, k, l; per esempio, per usare i tasti freccia inserire Up, Down, Left, Right.

Colori delle finestre

# Tuple dei colori: "<testo> <sfondo> <bordo>" 
WMII_NORMCOLORS='#ffffff #000000 #ffffff'
WMII_FOCUSCOLORS='#ffffff #5c0000 #ffffff'

WMII_BACKGROUND='#333333'
WMII_FONT='fixed'

I colori delle finestre non selezionate sono impostati con la variabile NORMCOLORS; i colori della finestra selezionata sono impostati con la variabile FOCUSCOLOR. Si può vedere il codice esadecimale di un colore, per esempio, con The Gimp (basta cliccare nei quadrati bianco e nero nella finestra degli strumenti). Si può cambiare il colore dello sfondo (se si usa un terminal con trasparenza) con la variabile WMII_BACKGROUND.

Terminale

set -- $(echo $WMII_NORMCOLORS $WMII_FOCUSCOLORS)
WMII_MENU="dmenu -b -fn '$WMII_FONT' -nf '$1' -nb '$2' -sf '$4' -sb '$5'"
WMII_9MENU="wmii9menu -font '$WMII_FONT' -nf '$1' -nb '$2' -sf '$4' -sb '$5' -br '$6'"
WMII_TERM="x-terminal-emulator'"

Si veda man dmenu se si desidera cambiare il menu. La variabile WMII_TERM imposta il comando da usare quando si apre un terminale con la combinazione di tasti Mod+Invio.

Plan9 System

Wmii usa per la sua configurazione un pseudo-filesystem (come /proc). Si può leggere e scrivere su di esso con wmiir e si usa "ls" per vedere i file e le directory:

$ wmiir ls /
client/
colrules
ctl
event
keys
lbar/
rbar/
tag/
tagrules

Si possono leggere i file con "read":

$ wmiir read /colrules
/.*/ -> 58+42

Si può creare un file con "write" e scrivere in un file esistente con "xwrite". Per esempio:

wmiir xwrite /ctl view 5

scrive "view 5" in ctl: questo attiva la vista "5" sul desktop.

Si possono vedere altri esempi nel file wmiirc.

Comportamento

Dimensione delle colonne

Nella sezione #Column Rules, si può sostituire a "58+42" la dimensione delle colonne (come percentuale della dimensione totale dello schermo) che si desidera. Il primo numero è la percentuale di schermo per la prima colonna (partendo da sinistra), il secondo numero è per la seconda colonna. Si possono aggiungere più numeri per impostare la larghezza di più di due colonne.

Posizionamento delle finestre

La sezione #Tagging Rules permette di impostare regole per le finestre, in funzione della loro barra del titolo. Le finestre sono selezionate con un espressione regolare (http://en.wikipedia.org/wiki/Regex (in inglese), http://it.wikipedia.org/wiki/Espressione_regolare, in italiano) e viene impostata per esse un'etichetta, rappresentante il nome o il numero di una vista, o con una tilde (~), per indicare il livello flottante. Per esempio:

# Tagging Rules
wmiir write /tagrules <<!
/XMMS.*/ -> ~
/MPlayer.*/ -> ~
/VLC.*/ -> ~
/Gajim.*/ -> ~+jabber
/Downloads.*/ -> sel+download
/.*/ -> sel
/.*/ -> 1
!

Tutte le finestre la cui barra del titolo inizia con XMMS, MPlayer o VLC sono poste automaticamente nel livello flottante. Gajim viene avviato nel livello flottante della vista chiamata "jabber" e la finestra degli scaricamenti di iceweasel viene avviata simultaneamente nella vista attiva e nella vista "download". Le ultime due righe posizionano ogni altra finestra nella vista attiva ed avviano l'ambiente nella vista "1".

È possibile usare wmii esclusivamente con il livello flottante:

# Tagging Rules
wmiir write /tagrules <<!
/.*/ -> ~+sel
/.*/ -> 1
!

Barra di stato

Nella sezione #Status Bar Info, si può sostituire la funzione "status" con qualsiasi comando. Il risultato del comando apparirà nella barra di stato (sulla destra). Per esempio, per vedere lo stato delle batterie e la data in un formato più piccolo, si può usare:

# Status Bar Info
status() {
        echo -n $(acpi -b) '|' $(date +"%d/%m/%y - %H:%M:%S")
}

Azioni

Se si inserisce uno script nella directory ~/.wmii-3.5 con i permessi di esecuzione attivi, lo si può avviare con il menu Azioni (Mod+a).

Scorciatoie da tastiera

Si possono aggiungere scorciatoie da tastiera nella sezione #Key Bindings, usando la stessa sintassi. Per esempio:

        Key $MODKEY-b
                amixer set Master 2dB+ 
        Key $MODKEY-v
                amixer set Master 2dB-
        Key $MODKEY-n
                iceweasel &

In questo esempio Mod+b e Mod+v vengono usati per ridurre ed aumentare il volume del suono. Mod+n avvia iceweasel. Non ci si dimentichi il carattere "&" alla fine del comando, per ritornare allo script. Per le tastiere multimediali, si può leggere Tasti multimediali. Attenzione : deve essere usato il carattere di tabulazione, non gli spazi.

Esecuzione di programmi all'avvio

Per avviare programmi all'inizio della sessione, li si possono aggiungere nel file wmiirc. È necessario però inserirli prima dell'ultima sezione:

# Stop any running instances of wmiirc
echo Start wmiirc | wmiir write /event || exit 1

wmiir read /event |
while read event; do
        set -- $event
        event=$1; shift
        Event_$event $@
done 2>/dev/null

che avvia "wmiir read event" in un ciclo continuo. Perciò tutte le righe successive a queste non vengono mai lette.

Se non si desidera che venga avviata una nuova istanza di un programma quando si riesegue wmiirc, si può usare:

[ "`ps aux | grep <nome_del_programma> | grep -v grep`" =  "" ] && <nome_del_programma> &

Rendere attivi i cambiamenti

Semplicemente eseguire wmiirc dal menu Azioni (Mod+a). Se si desidera usare programmi che sono appena stati installati, usare "rehash" dal menu Azioni.

Script per wmii

Se si guarda nel file system Plan9 con "wmiir ls" e "wmiir read" e se si guardano le scorciatoie da tastiera, si può facilmente scoprire quali comandi sia necessario usare per modificare il comportamento di wmii e creare quindi alcuni script. Per esempio:

# /usr/local/bin/tag 

if [ $# -ne 2 ]; then
    echo "Usage: tag WINDOWTITLE TAG"
    exit 1
fi

for i in `wmiir ls /client | sed '/sel/d'` ; do
    if [ "`wmiir read /client/$i/label | grep $1`" = "$1" ]; then
        wmiir xwrite /client/$i/tags $2
    fi
done

Con questo script si può impostare un'etichetta per una o più finestre. Per esempio, tag Iceweasel 2+web posizionerà tutte le finestre di iceweasel nella vista chiamata "2" e nella vista "web". Si possono creare script di qualsiasi tipo, come si desidera. Sarebbe però meglio modificare il file wmiirc, che è uno script bash. Per esempio, si può aggiungere questa scorciatoia da tastiera:

 Key $MODKEY-Shift-r
                export TAG=$(tagsmenu) ; wmiir xwrite "/client/$(wmiir read /client/sel/ctl)/tags" "$TAG" ; wmiir xwrite /ctl "view $TAG"

si può quindi usare Mod+r per cambiare la vista della finestra selezionata e seguire la finestra nella nuova vista.

Se si desidera imparare a scrivere script per la shell, si può trovare una guida dettagliata su http://tldp.org/LDP/abs/html/.

Ci sono alcuni altri client Plan9, come libixp e plan9port. Possono essere migliori per creare script in altri linguaggi. Per esempio, ai programmatori ruby dovrebbe piacere ruby-wmii: http://eigenclass.org/hiki.rb?wmii%20ruby

Ci sono molti suggerimenti per l'uso di wmii nel Web.

Risorse


CategoryProposedDeletion : duplicate the package description.