Differences between revisions 14 and 15
Revision 14 as of 2017-04-16 10:20:48
Size: 3741
Comment: sync with english master
Revision 15 as of 2020-03-07 14:37:57
Size: 3580
Comment: sync with English master v.66
Deletions are marked like this. Additions are marked like this.
Line 3: Line 3:
~-[[DebianWiki/EditorGuide#translation|Traduzioni]]: [[SimpleBackportCreation|English]] - [[es/SimpleBackportCreation|Español]] - [[fr/SimpleBackportCreation|Français]] - Italiano - [[ru/SimpleBackportCreation|Русский]] -~ ~-[[DebianWiki/EditorGuide#translation|Translation(s)]]: [[SimpleBackportCreation|English]] - [[es/SimpleBackportCreation|Español]] - [[fr/SimpleBackportCreation|Français]] - Italiano - [[ru/SimpleBackportCreation|Русский]] -~
Line 5: Line 5:
Notare che questa è pensata per essere una guida veloce su come creare backport per un uso privato e non è il modo con cui ci si aspetta che vengano creati i backport ufficiali per [[https://backports.debian.org/|backports.debian.org]]. Notare che questa è pensata per essere una guida veloce su come creare backport per un uso privato e non è il modo con cui ci si aspetta che vengano creati i backport ufficiali per [[https://backports.debian.org/|backports.debian.org]]. Per backport ufficiali, vedere [[BuildingFormalBackports|questa pagina]].
Line 8: Line 8:
In questo esempio viene preso in considerazione il pacchetto mame, del quale vogliamo installare un rilascio più recente disponibile in sid/experimental. Se il pacchetto che si sta cercando non è disponibile in Sid, ma in un PPA Ubuntu, si può guardare [[CreatePackageFromPPA|Creare un pacchetto da PPA]]. In questo esempio viene preso in considerazione il pacchetto coreutils, del quale vogliamo installare un rilascio più recente disponibile in sid/experimental. Se il pacchetto che si sta cercando non è disponibile in Sid, ma in un PPA Ubuntu, si può guardare [[CreatePackageFromPPA|Creare un pacchetto da PPA]].
Line 23: Line 23:
rmadison mame --architecture amd64
 mame | 0.146-5 | wheezy/non-free | amd64
 mame | 0.146-5 | jessie/non-free | amd64
 mame | 0.146-5 | sid/non-free | amd64
 mame | 0.148-1 | experimental/non-free | amd64
$ rmadison coreutils --architecture amd64
coreutils | 8.23-4 | oldstable | amd64
coreutils | 8.26-3 | stable | amd64
coreutils | 8.30-3 | testing | amd64
coreutils | 8.30-3 | unstable | amd64
Line 32: Line 32:
Usando il navigatore web andare su http://packages.debian.org/sid/mame cercare il file dsc e copiare la posizione del collegamento: Aggiugere una riga '''deb-src''' per sid (''non'' una riga `deb`!) al proprio file [[it/SourcesList|sources.list]], eseguire {{{apt update}}} e scaricare i sorgenti usando il comando sottostante
Line 35: Line 35:
dget -x http://ftp.de.debian.org/debian/pool/non-free/m/mame/mame_0.148-1.dsc apt source -t sid coreutils
Line 38: Line 38:
'''''Nota:''' se il comando precedente si lamenta del fatto che non è stata trovata la directory `~/.gnupg`, eseguire `gpg -k` per inizializzare la directory di GnuPG prima di ritentare.'' ===== Installare le dipendenze di compilazione =====
Line 40: Line 40:
===== Trovare e installare le dipendenze di compilazione mancanti in base a debian/control =====
Line 42: Line 41:
cd mame-0.148 cd coreutils-*/
Line 46: Line 45:
Questo installa un pacchetto chiamato `mame-build-deps` che dipende dalle dipendenze di compilazione elencate. Se si rimuove questo pacchetto in un secondo momento, le effettive dipendenze di compilazione verranno marcate come "automaticamente installate e non più necessarie" e possono essere ripulite con `apt-get autoremove`. Questo installa un pacchetto chiamato `coreutils-build-deps` che dipende dalle dipendenze di compilazione elencate. Se si rimuove questo pacchetto in un secondo momento, le effettive dipendenze di compilazione verranno marcate come "automaticamente installate e non più necessarie" e possono essere ripulite con `apt autoremove`.
Line 50: Line 49:
dch --local ~bpo8+ --distribution jessie-backports "Rebuild for jessie-backports." dch --bpo
Line 53: Line 52:
Questo aggiunge qualcosa del tipo '''''~bpo8+''''' al numero di versione del pacchetto. Questo aggiunge qualcosa del tipo '''''~bpo9+''''' al numero di versione del pacchetto.
Line 71: Line 70:
sudo dpkg -i ../mame_0.148-1~bpo8+1_amd64.deb sudo apt install ../coreutils_*_*.deb
Line 76: Line 75:

----

CategoryPackaging

Translation(s): English - Español - Français - Italiano - Русский


Notare che questa è pensata per essere una guida veloce su come creare backport per un uso privato e non è il modo con cui ci si aspetta che vengano creati i backport ufficiali per backports.debian.org. Per backport ufficiali, vedere questa pagina.

In questo esempio viene preso in considerazione il pacchetto coreutils, del quale vogliamo installare un rilascio più recente disponibile in sid/experimental. Se il pacchetto che si sta cercando non è disponibile in Sid, ma in un PPA Ubuntu, si può guardare Creare un pacchetto da PPA.

Non è necessario essere root, tranne che per i primi e gli ultimi passaggi.

Un altro metodo per fare il backport per testing o stable di un pacchetto in sid è descritto in questa sezione della pagina su Debian Unstable nel Wiki.

Installare gli strumenti di pacchettizzazione di Debian

sudo apt-get install packaging-dev debian-keyring devscripts equivs

Scoprire quale versione è disponibile nell'archivio Debian

$ rmadison coreutils --architecture amd64
coreutils  | 8.23-4        | oldstable  | amd64
coreutils  | 8.26-3        | stable     | amd64
coreutils  | 8.30-3        | testing    | amd64
coreutils  | 8.30-3        | unstable   | amd64

Scaricare il file .dsc dal rilascio sid

Aggiugere una riga deb-src per sid (non una riga deb!) al proprio file sources.list, eseguire apt update e scaricare i sorgenti usando il comando sottostante

apt source -t sid coreutils

Installare le dipendenze di compilazione

cd coreutils-*/
sudo mk-build-deps --install --remove

Questo installa un pacchetto chiamato coreutils-build-deps che dipende dalle dipendenze di compilazione elencate. Se si rimuove questo pacchetto in un secondo momento, le effettive dipendenze di compilazione verranno marcate come "automaticamente installate e non più necessarie" e possono essere ripulite con apt autoremove.

Indicare nel changelog un numero di revisione per il backport

dch --bpo

Questo aggiunge qualcosa del tipo ~bpo9+ al numero di versione del pacchetto. Il carattere tilde (~) rende più basso il numero di versione del pacchetto, il che dovrebbe permettere un aggiornamento corretto del pacchetto quando si fa l'aggiornamento al successivo rilascio Debian (cioè il proprio pacchetto sarà sostituito dal pacchetto ufficiale Debian).

Testare se il pacchetto può essere compilato con successo

fakeroot debian/rules binary

Se questo dovesse fallire per un file mancante, apt-file può essere utile per individuare la dipendenza necessaria.

Creare un pacchetto in modo corretto, senza firmarlo con GPG

dpkg-buildpackage -us -uc

Installare ed è fatta!

sudo apt install ../coreutils_*_*.deb

Andare oltre

Si può guardare Creare backport formalmente corretti e fornire il proprio backport come contributo a Debian, come spiegato in http://backports.debian.org/Contribute/


CategoryPackaging