Translation(s): English - Italiano

(!) ?Discussion


Serial-ATA, S-ATA, SATA

Informazioni su HDD SATA in Linux 2.6.

Risoluzione di problemi con convertitori di interfaccia da IDE a SATA

Le unità IDE stanno (al momento della stesura di questo documento - 2010) diventando difficili da ottenere. Unità SATA più grandi e poco costose possono aiutare a ringiovanire un vecchio server che non ha bisogno di grandi velocità di CPU per archiviare i dati di rete.

L'autore ha testato i convertitori prodotti da Addonics (con cui non ha alcuna affiliazione); altri prodotti sono sicuramente altrettanto buoni. Tuttavia dato che i BIOS più datati non si aspettano un'unità SATA, possono esserci dei problemi; tipicamenete sono errori a basso livello sull'unità che possono avverarsi quando si partiziona una nuova unità, ma si presenteranno durante il trasferimento dei dati se l'unità è già formattata.

Se si ottengono errori come:

ata5.00: exception Emask 0x0 SAct 0x0 SErr 0x0 action 0x0
ata5.00: BMDMA stat 0x64
ata5.00: cmd c8/00:08:00:00:00/00:00:00:00:00/e0 tag 0 dma 4096 in
         res 51/40:00:00:00:00/00:00:00:00:00/e0 Emask 0x9 (media error)
ata5.00: status: { DRDY ERR }
ata5.00: error: { UNC }

allora la soluzione è di assicurare che vengano soddisfatte entrambe le seguenti condizioni:

  1. il BIOS supporta smartctl, e se non lo fa, che
  2. l'unità SATA supporta smartctl.

Se entrambe queste condizioni sono soddisfatte, usare il programma smartctl (pacchetto smartmontools) per risolvere il problema.

Altrimenti esaminare il BIOS della scheda madre. In particolare, cercare impostazioni che controllino i valori DMA o PIO per il controller e il canale (es. master secondario) dell'unità fissa. Disabilitare il DMA e cambiare il valore di PIO da "auto" a PIO=0. Se sono presenti altre impostazioni, scegliere quelle meno efficaci (per esempio prefetching o buffering software minimi o assenti). Poi provare nuovamente l'unità.

Potrebbe essere necessario spegnere e riavviare il computer per fare il reset dell'unità se questa ha già dato seri errori.

Si può anche provare a minimizzare i problemi usando hdparm, per esempio impostando -c0 e opzioni simili.


CategoryHardware