Translation(s): Deutsch - English - Español - Français - Italiano


Questo articolo contiene alcuni dettagli su Orca (GNOME-ORCA) in Debian. Orca è il lettore dello schermo grafico per l'ambiente GNOME, ma funziona anche con altri.

Configurazione

Installatore Debian

Se l'accessibilità è stata abilitata durante l'installazione di Debian ed è stato anche installato un sistema desktop, allora l'accessibilità è abilitata in modo predefinito e Orca sarà stata installata automaticamente. Attualmente ciò funziona solamente per GNOME, Mate, Cinnamon e Unity, ma può essere attivato manualmente. Vedere la sezione sull'avvio automatico di Orca.

Installazione e configurazione su un sistema Debian normale

Se Debian è stata installata senza le funzionalità di accessibilità, seguire questi passi:

  1. In un terminal, digitare sudo aptitude install gnome-orca, per installare orca.

    • Se si usa uno tra GNOME, Mate, Cinnamon o Unity, i passi successivi non dovrebbero essere necessari.
  2. In una sessione grafica aprire un terminale o premere Alt+F2 e digitare orca -s per avviare l'impostazione. Se non è possibile farlo è meglio abilitare l'avviamento automatico di Orca ed eseguire la configurazione con il supporto per Orca con il comando orca -r -s.

  3. Nei riquadri di dialogo si possono selezionare le opzioni desiderate, inlcuso il modificatore di Orca, ecc. Dopo questa procedura Orca dovrebbe avviarsi automaticamente.

Ingrandimento

Orca in sé non offre l'ingrandimento, tuttavia esistono diverse soluzioni che sono documentate qui.

Orca ha la gestione di due motori di rendering: Gecko e WebKit. Il primo è usato all'interno di firefox e ha il supporto migliore. Il secondo, WebKit, è utilizzato in vari browser che funzionano in parte, ma non possono ancora essere considerati pronti per essere messi in ambienti di produzione con Orca. È necessario premere F7 in questi browser per attivare la navigazione riga per riga.

In alternativa sono disponibili anche diversi browser in modalità testuale per la console, ma sono ovviamente meno comodi.

Altri sintetizzatori di parlato

Orca usa un servizio backend chiamato speech-dispatcher per accedere a vari sintetizzatori di parlato. Se si desiderano regolare le opzioni disponibili vedere la sezione su Speech-Dispatcher.

Versioni più nuove e sperimentali di Orca

Se non si desidera compilare Orca dai sorgenti, ma si vuole comunque provare una versioni più recente (a proprio rischio e pericolo), si può provare ad usare la versione in unstable (o quella in experimental se è disponibile). Per fare ciò devono essere configurate le impostazioni relative all'apt-pinning. Aggiungere una fonte per unstable/experimental di Debian, aggiornare il proprio elenco dei pacchetti ed eseguire

sudo aptitude -t unstable install gnome-orca

ATTENZIONE: c'è un buon motivo per cui unstable (instabile) ed experimental (sperimentale) si chiamano così!

NOTA: È possibile che il gestore di accesso gdm non sia più in grado di avviare Orca dalla schermata di login.

Vedere anche