Differences between revisions 1 and 10 (spanning 9 versions)
Revision 1 as of 2010-09-18 21:23:49
Size: 4358
Editor: ?skizzhg
Comment:
Revision 10 as of 2017-05-28 15:58:44
Size: 6780
Comment: sync with english master
Deletions are marked like this. Additions are marked like this.
Line 2: Line 2:
||<tablestyle="width: 100%;" style="border: 0px hidden">~-Translation(s): [[Locale|English]] - [[it/Locale|Italiano]]-~||<style="text-align: right;border: 0px hidden"> (!) [[/Discussion|Discussion]]|| ~-[[DebianWiki/EditorGuide#translation|Translation(s)]]: [[Locale|English]] - [[es/Locale|Español]] - Italiano-~
Line 6: Line 6:
<<TableOfContents()>>
Line 7: Line 8:

I programmi che possono gestire la tecnologia per la localizzazione usano le variabili d'ambiente per determinare quali convenzioni usare per la formattazione di date e orari, la visualizzazione dei caratteri, della valuta e la selezione della codepage.

Le seguenti variabili d'ambiente modificano il comportamento relativo alla localizzazione del sistema:

 * LANG - determina la localizzazione predefinita in assenza di altre variabili d'ambiente relative alla localizzazione
 * LANGUAGE
 * LC_ADDRESS - convenzione usata per la formattazione di indirizzi stradali o postali
 * LC_ALL variabile con precedenza elevata che sovrascrive comportamenti legati alla localizzazione (ha la precedenza su tutte le altre variabili di localizzazione)
 * LC_COLLATE - ordine di collazione
 * LC_CTYPE - classificazione dei caratteri e conversione di minuscole/maiuscole
 * LC_MONETARY - formattazione di valute
 * LC_MEASUREMENT - sistema di misura predefinito usato all'interno della regione
 * LC_MESSAGES - formato dei messaggi e risposte interattive
 * LC_NUMERIC - formattazione dei numeri
 * LC_PAPER - dimensione della carta predefinita per una regione
 * LC_RESPONSE - determina come appaiono le risposte (come Sì o No) nella lingua locale
 * LC_TELEPHONE - convenzioni usate per rappresentare numeri telefonici
 * LC_TIME - formati per date e orari

{{{#!wiki caution
'''Attenzione:''' l'uso di LC_ALL è fortemente sconsigliato dato che scavalca tutte le altre impostazioni. Usarlo solo per fare dei test e mai in un file di avvio.
}}}
Line 9: Line 33:
Digitare {{{dpkg-reconfigure locales}}} come utente root e selezionare la localizzazione che si desidera generare, alla fine verrà chiesto quale dovrebbe essere la predefinita. Se ci sono utenti che accedono al sistema tramite ssh, si consiglia di scegliere '''Nessuno''' come lingua standard. Digitare {{{dpkg-reconfigure locales}}} come utente root e selezionare le localizzazioni che si desidera generare, alla fine verrà chiesto quale dovrebbe essere la predefinita. Se ci sono utenti che accedono al sistema tramite ssh, si consiglia di scegliere '''Nessuna''' come lingua standard.
Line 11: Line 35:
Questo modifica i file {{{/etc/default/locale}}} ed {{{/etc/locale.gen}}} (nelle versioni precedenti di Debian anche {{{/etc/environment}}}). Se si è scelta una lingua predefinita diversa da ''Nessuno'', questa sarà in {{{/etc/default/locale}}}, sovrascrivendo la variabile ''LANG'' fornita da ssh. Questo è molto scomodo. Questo modifica i file {{{/etc/default/locale}}} ed {{{/etc/locale.gen}}} (nelle versioni precedenti di Debian anche {{{/etc/environment}}}). Se si è scelta una lingua predefinita diversa da ''Nessuna'', questa sarà in {{{/etc/default/locale}}}, e sovrascriverà la variabile ''LANG'' fornita da ssh. Questo è molto scomodo.
Line 21: Line 45:
 : ${LANG:=de_DE.iso88591}; export LANG  : "${LANG:=it_IT.UTF-8}"; export LANG
Line 24: Line 48:
 dove ''de_DE.iso88591'' è la lingua voluta come predefinita. Se si è utenti DebPkg:tcsh o csh, creare un file chiamato {{{/etc/csh/login.d/lang}}} con il seguente contenuto:  dove ''it_IT.UTF-8'' è la lingua voluta come predefinita. Se si è utenti DebPkg:tcsh o csh, creare un file chiamato {{{/etc/csh/login.d/lang}}} con il seguente contenuto:
Line 27: Line 51:
 if (! $?LANG) setenv LANG de_DE.iso88591  if (! $?LANG) setenv LANG it_IT.UTF-8
Line 36: Line 60:
Dopo aver eseguito l'aggiornamento da una versione molto vecchia di Debian (antecedente ad [[it/DebianEtch|Etch]]), il file [[DebianMan:5/sshd_config|sshd_config(5)]] potrebbe non contenere la direttiva {{{AcceptEnv}}} corretta che permette al client client ssh di passare le variabili locali. Modificare il file {{{/etc/ssh/sshd_config}}} e assicurarsi che contenga questa riga: Dopo aver eseguito l'aggiornamento da una versione molto vecchia di Debian (antecedente ad [[it/DebianEtch|Etch]]), il file [[DebianMan:5/sshd_config|ssh_config(5)]] potrebbe non contenere la direttiva {{{AcceptEnv}}} corretta che permette al client ssh di passare le variabili locali. Modificare il file {{{/etc/ssh/sshd_config}}} e assicurarsi che contenga questa riga:
Line 42: Line 66:
È necessario eseguire il comando {{{/etc/init.d/ssh restart}}} per rendere effettivo il cambiamento. Inoltre, si deve chiudere la connessione ssh in corso ed accedere nuovamente, i programmi già in esecuzione non saranno coinvolti. È necessario eseguire il comando {{{/etc/init.d/ssh restart}}} per rendere effettivo il cambiamento. Inoltre, si deve chiudere la connessione ssh in corso ed accedere nuovamente; la cosa non avrà effetto sui programmi già in esecuzione.
Line 46: Line 70:
Dopo aver eseguito l'aggiornamento da una versione molto vecchia di Debian (antecedente ad [[it/DebianEtch|Etch]]), il file [[DebianMan:5/sshd_config|sshd_config(5)]] potrebbe non contenere la direttiva {{{AcceptEnv}}} corretta che permette al client client ssh di passare le variabili locali. Modificare il file {{{/etc/ssh/sshd_config}}} e assicurarsi che contenga questa riga: Dopo aver eseguito l'aggiornamento da una versione molto vecchia di Debian (antecedente ad [[it/DebianEtch|Etch]]), il file [[DebianMan:5/sshd_config|sshd_config(5)]] potrebbe non contenere la direttiva {{{SendEnv}}} corretta che permette al client ssh di passare le variabili locali. Modificare il file {{{/etc/ssh/sshd_config}}} e assicurarsi che contenga questa riga:
Line 52: Line 76:
Bisogna chiudere la connessione ssh in corso ed accedere nuovamente, i programmi già in esecuzione non saranno coinvolti. Bisogna chiudere la connessione ssh in corso ed accedere nuovamente; la cosa non ha effetto sui programmi già in esecuzione.
Line 55: Line 79:
''TODO: come configurare correttamente le cose per gli utenti che usano xdm/gdm/ecc.'' Nella schermata di login di GDM, scegliere una localizzazione dalla lista delle lingue installate facendo clic sul pulsante "Lingua" nella parte inferiore dello schermo.
Line 57: Line 81:
In alternativa modificare il file {{{~/.dmrc}}}; per impostare ad esempio la lingua dell'utente a {{{it_IT.UTF-8}}}, il file dovrebbe contenere:
{{{
[Desktop]
Session=gnome
Language=it_IT.UTF-8
Layout=it

}}}
Line 61: Line 93:
 de_DE.UTF-8 UTF-8
 de_DE ISO-8859-1
 de_DE@euro ISO-8859-15
 en_US.UTF-8 UTF-8
 it_IT.UTF-8 UTF-8
 it_IT@euro ISO-8859-15
Line 66: Line 98:
 Le lingue supportate sono elencate nel file {{{/usr/share/i18n/SUPPORTED}}}.  Le localizzazioni supportate sono elencate nel file {{{/usr/share/i18n/SUPPORTED}}}.
Line 68: Line 100:
 * Eseguire il comando {{{locale -a}}} per verificare l'elenco delle lingue disponibili; notare che cambia la sintassi.  * Eseguire il comando {{{locale -a}}} per verificare l'elenco delle localizzazioni disponibili; notare che cambia la sintassi.
Line 71: Line 103:

=== Primo giorno della settimana ===
Si può voler usare la localizzazione en_US predefinita perché certo software non si comporta bene con altre localizzazioni, ma avendo comunque il lunedì come primo giorno della settimana e non la domenica come è impostato in en_US. Per ottenere questo risultato si può aggiungere quanto segue al file `/etc/default/locale`:
{{{
LC_TIME="en_GB.UTF-8"
}}}

=== Unità di misura e dimensione della carta ===
Se si è in Europa, si può anche voler cambiare le unità di misura e la dimensione della carta:
{{{
LC_PAPER="en_GB.UTF-8"
LC_MEASUREMENT="en_GB.UTF-8"
}}}

Translation(s): English - Español - Italiano


Questa pagina indica come installare/usare Debian nella propria lingua.

Configurazione

I programmi che possono gestire la tecnologia per la localizzazione usano le variabili d'ambiente per determinare quali convenzioni usare per la formattazione di date e orari, la visualizzazione dei caratteri, della valuta e la selezione della codepage.

Le seguenti variabili d'ambiente modificano il comportamento relativo alla localizzazione del sistema:

  • LANG - determina la localizzazione predefinita in assenza di altre variabili d'ambiente relative alla localizzazione
  • LANGUAGE
  • LC_ADDRESS - convenzione usata per la formattazione di indirizzi stradali o postali
  • LC_ALL variabile con precedenza elevata che sovrascrive comportamenti legati alla localizzazione (ha la precedenza su tutte le altre variabili di localizzazione)
  • LC_COLLATE - ordine di collazione
  • LC_CTYPE - classificazione dei caratteri e conversione di minuscole/maiuscole
  • LC_MONETARY - formattazione di valute
  • LC_MEASUREMENT - sistema di misura predefinito usato all'interno della regione
  • LC_MESSAGES - formato dei messaggi e risposte interattive
  • LC_NUMERIC - formattazione dei numeri
  • LC_PAPER - dimensione della carta predefinita per una regione
  • LC_RESPONSE - determina come appaiono le risposte (come Sì o No) nella lingua locale
  • LC_TELEPHONE - convenzioni usate per rappresentare numeri telefonici
  • LC_TIME - formati per date e orari

Attenzione: l'uso di LC_ALL è fortemente sconsigliato dato che scavalca tutte le altre impostazioni. Usarlo solo per fare dei test e mai in un file di avvio.

Standard

Digitare dpkg-reconfigure locales come utente root e selezionare le localizzazioni che si desidera generare, alla fine verrà chiesto quale dovrebbe essere la predefinita. Se ci sono utenti che accedono al sistema tramite ssh, si consiglia di scegliere Nessuna come lingua standard.

Questo modifica i file /etc/default/locale ed /etc/locale.gen (nelle versioni precedenti di Debian anche /etc/environment). Se si è scelta una lingua predefinita diversa da Nessuna, questa sarà in /etc/default/locale, e sovrascriverà la variabile LANG fornita da ssh. Questo è molto scomodo.

Se c'è stato un aggiornamento a Lenny da una versione precedente di Debian ed è rimasto un LANG=... in /etc/environment, andrebbe commentato (digitare editor /etc/environment, inserire un cancelletto '#' ad inizio riga e quindi salvare).

Opzionalmente, modificare il file /etc/profile come segue:

  • Eseguire locale -a per ottenere un elenco di nomi di localizzazioni, adatto per l'uso in variabili d'ambiente. Si noti che la sintassi è diversa da quella mostrata nella lista di dpkg-reconfigure.

  • Aggiungere una riga come questa al file /etc/profile:

     : "${LANG:=it_IT.UTF-8}"; export LANG

    dove it_IT.UTF-8 è la lingua voluta come predefinita. Se si è utenti tcsh o csh, creare un file chiamato /etc/csh/login.d/lang con il seguente contenuto:

     if (! $?LANG) setenv LANG it_IT.UTF-8

Verrà impostata LANG se non è stata definita in precedenza, ad esempio da ssh. Sfortunatamente questo non riguarda gli utenti che effettuano il login con xdm, gdm, ecc.

SSH

Server SSH

Dopo aver eseguito l'aggiornamento da una versione molto vecchia di Debian (antecedente ad Etch), il file ssh_config(5) potrebbe non contenere la direttiva AcceptEnv corretta che permette al client ssh di passare le variabili locali. Modificare il file /etc/ssh/sshd_config e assicurarsi che contenga questa riga:

AcceptEnv LANG LC_*

È necessario eseguire il comando /etc/init.d/ssh restart per rendere effettivo il cambiamento. Inoltre, si deve chiudere la connessione ssh in corso ed accedere nuovamente; la cosa non avrà effetto sui programmi già in esecuzione.

Client SSH

Dopo aver eseguito l'aggiornamento da una versione molto vecchia di Debian (antecedente ad Etch), il file sshd_config(5) potrebbe non contenere la direttiva SendEnv corretta che permette al client ssh di passare le variabili locali. Modificare il file /etc/ssh/sshd_config e assicurarsi che contenga questa riga:

SendEnv LANG LC_*

Bisogna chiudere la connessione ssh in corso ed accedere nuovamente; la cosa non ha effetto sui programmi già in esecuzione.

GDM

Nella schermata di login di GDM, scegliere una localizzazione dalla lista delle lingue installate facendo clic sul pulsante "Lingua" nella parte inferiore dello schermo.

In alternativa modificare il file ~/.dmrc; per impostare ad esempio la lingua dell'utente a it_IT.UTF-8, il file dovrebbe contenere:

[Desktop]
Session=gnome
Language=it_IT.UTF-8
Layout=it

Manualmente

  • Modificare il file /etc/locale.gen ed aggiungere le proprie impostazioni di localizzazione (una per riga), per esempio:

     en_US.UTF-8 UTF-8
     it_IT.UTF-8 UTF-8
     it_IT@euro ISO-8859-15

    Le localizzazioni supportate sono elencate nel file /usr/share/i18n/SUPPORTED.

  • Eseguire il comando locale-gen.

  • Eseguire il comando locale -a per verificare l'elenco delle localizzazioni disponibili; notare che cambia la sintassi.

  • Se c'è stato un aggiornamento a Lenny ed è rimasto un LANG=... in /etc/environment, andrebbe commentato.

  • Riavviare la sessione per utilizzare le nuove impostazioni nei programmi.

Primo giorno della settimana

Si può voler usare la localizzazione en_US predefinita perché certo software non si comporta bene con altre localizzazioni, ma avendo comunque il lunedì come primo giorno della settimana e non la domenica come è impostato in en_US. Per ottenere questo risultato si può aggiungere quanto segue al file /etc/default/locale:

LC_TIME="en_GB.UTF-8"

Unità di misura e dimensione della carta

Se si è in Europa, si può anche voler cambiare le unità di misura e la dimensione della carta:

LC_PAPER="en_GB.UTF-8"
LC_MEASUREMENT="en_GB.UTF-8"

Mappatura della tastiera

Vedere: debian-reference.

Si veda anche

  • ReduceDebian - Ridurre il numero di localizzazioni installate


CategorySystemAdministration