Translation(s): Brasileiro - English - Español - Français - Italiano


Domande generiche

D. Come fare per installare "unstable" ("sid")?

Vedere anche http://www.debian.org/CD/faq/index.it.html.

Non esistono immagini CD o DVD complete per "unstable". Dato che i pacchetti in "unstable" cambiano molto frequentemente, è più appropriato scaricare e installare "unstable" usando un normale mirror FTP di Debian.

Se si conoscono i rischi collegati all'uso di unstable, la versione non stabile, ma si vuole comunque installarla, esistono tre possibilità.

D. Come fare il "bootstrap dall'interno di un'altra distribuzione Linux"? È possibile avere una dritta?

D. Dove posso scaricare l'immagine del CD per l'installazione via rete per stable/testing/unstable?

A1) Le immagini per l'installazione via rete di stable (wheezy) si possono trovare su http://www.debian.org/CD/netinst/index.it.html.

A2) Le immagini per l'installazione via rete di testing (jessie) si possono trovare su http://www.debian.org/devel/debian-installer/index.it.html. Tuttavia, a meno che non si voglia testare l'installatore di testing, la scelta migliore è usare l'installatore di stable per installare una sistema minimale e quindi aggiornare a testing modificando il file /etc/apt/sources.list.

A3) Attualmente non ci sono immagini per l'installazione via rete di unstable. Se si desira installare la versione unstable, scaricare l'immagine per testing e fare l'aggiornamento ad unstable modificando /etc/apt/sources.list.

Tuttavia, a meno che non si voglia testare l'installatore di testing, la scelta migliore è usare l'installatore di stable per installare una sistema minimale, quindi aggiornare a testing e successivamente a unstable come descritto precedentemente.

D. Come si installano pacchetti Gentoo/Redhat/SUSE su di un sistema Debian?

risposta breve: non si fa. (Perché non si vuole di certo danneggiare il sistema).

risposta lunga : da scrivere.

Domande su stable

D. Sono necessari tutti i file ISO?

A1) No. Si può fare l'installazione usando solo il primo file ISO e poi configurare il sistema per scaricare il software e gli aggiornamenti da un repository Debian. Si può anche fare un'installazione di rete usando una piccola immagine ISO speciale (solitamente più piccola di 100 MB) oppure usando solo una manciata di floppy.

A2) Scaricare tutti i file ISO è un enorme spreco di banda. È molto improbabile che si usi software contenuto negli ultimi cinque ISO. Ognuno contiene pacchetti Debian che sono ordinati in base alla popolarità. Le cose più popolari (come X, gcc, KDE, GNOME) sono tutte nel primo ISO.

D. Bene, io ho una macchina i386 e il CD numero 1 di Debian etch. Ora cosa faccio?

A1) Inserire il CD nell'unità e dire al BIOS di avviare da CD-ROM. Il CD dovrebbe avviarsi e fermarsi ad un prompt boot:. Se si legge lo schermo, si vedrà che si può premere F1 per l'aiuto. Farlo e leggere realmente l'aiuto. Si deve prima scegliere quale kernel cercare di avviare. Questo kernel non è usato solamente durante l'installazione, ma viene anche installato sul disco fisso, perciò è bene sceglierlo con attenzione.

D. L'installatore non gira sul mio hardware o non lo riconosce. Cosa fare?

A1) Assicurarsi di aver scaricato l'installatore per la propria architettura hardware. (L'architettura i386 è per CPU 32 bit sia Intel, sia AMD. L'architettura amd64 è per CPU 64 bit sia Intel, sia AMD.

A2) Usare un installatore aggiornato che supporti l'hardware più recente. Se ci fossero problemi dopo l'installazione si potrebbe voler usare il repository backport sul nuovo sistema per ottenere il supporto di sicurezza per un kernel più recente che supporti meglio il proprio hardware.

A3) Ottenere aiuto da IRC o dalle mailing-list Debian.


  1. Se sembra troppo complicato non si dovrebbe usare unstable. (1)