Differences between revisions 2 and 3
Revision 2 as of 2010-11-09 02:58:20
Size: 28216
Editor: ?skizzhg
Comment:
Revision 3 as of 2010-11-09 23:58:08
Size: 28523
Editor: ?skizzhg
Comment:
Deletions are marked like this. Additions are marked like this.
Line 168: Line 168:
== !FaxDispatch == == FaxDispatch ==
Line 171: Line 171:
 * Un esempio di file !FaxDispatch potrebbe somigliare a questo: http://www.infocopter.com/know-how/hylafax/fax-dispatch.html (collegamento non funzionante, recuperabile [[http://web.archive.org/web/20080531000241/http://www.infocopter.com/know-how/hylafax/fax-dispatch.html|qui]].  * Un esempio di file !FaxDispatch potrebbe somigliare a questo: http://www.infocopter.com/know-how/hylafax/fax-dispatch.html (collegamento non funzionante, recuperabile [[http://web.archive.org/web/20080531000241/http://www.infocopter.com/know-how/hylafax/fax-dispatch.html|qui]]).
Line 234: Line 234:
3. Per OpenOffice eseguire {{{/usr/lib/openoffice/program/spadmin}}} da root 3. Per OpenOffice eseguire /usr/lib/openoffice/program/spadmin da root
Line 274: Line 274:
== Adding a Dial Prefix ==
To configure HylaFax to dial a number and pause before dialing the requested number, use your favorite text editor to add the following line to your config.<DEVICE> files:
== Aggiungere un prefisso di selezione ==

Per configurare !Hylafax per comporre un numero e mettersi in pausa prima di chiamare il numero richiesto, aggiungere la seguente riga al file config.<DEVICE>:
Line 280: Line 282:
 * Pause: The comma (,) dial modifier causes the modem to pause while dialing '''ATD9,17731231234'''
 * Pause and wait for dial tone: The W causes most modems to wait for a dial tone before dialing the number following it. '''ATDT 9 W 17731231234'''
 *Final Modem Dial Command on the system could look like this:
 * Pausa: Il modificatore di chiamata ''',''' (virgola) fa sì che il modem si metta in pausa dopo aver composto il numero '''ATD9,17731231234'''
 * Pausa e attesa del segnale di linea: La '''W''' fa sì che la maggiro parte dei modems attenda il segnale di linea prima di chiamare il numero che la segue. '''ATDT 9 W 17731231234'''
 * Il comando definitivo per la chiamata del modem potrebbe essere così:
Line 286: Line 288:
 *9 says dial 9; comma says wait; W says wait for dial tone; %s says dial this number
 *If you experience no dial tone in your logs try something like:

 * '''9''' dice di comporre il 9; la virgola di attendere; la '''W''' di attendere il segnale di linea; '''%s''' è la variabile indicante il numero da comporre.
 * Se nel registro si verifica l'assenza di segnale provare con:
Line 291: Line 294:
AT - picks up the phone, X3- disables dial tone check, DT tells it to use tone, dial 8, then ",,," for wait, then the phone number.

= Multiple Incoming Fax Lines =
== Configuring a multi-port serial PCI card ==
 * There's really no limit to the number of serial cards Linux can support, but there is a kernel configuration parameter for the number of supported serial ports.(CONFIG_SERIAL_8250_NR_UARTS)
 * Currently the limit in Debian supported ports is 4. (read on for more then 4 port support)
 *So if you have a 2 port serial card you want to add to your pc, here is what you do.
 *If you connect more modems or when you buy a serial pci card you will want to know which ttyS port they are using. You can do it by :
{{{
dmesg |grep tty
}}}
 *You should see something like:
{{{
faxserver:~# dmesg |grep ttyS
 * '''AT''' prende il telefono; '''X3''' disabilita il controllo del segnale di linea; '''DT''' dice di usare il segnale e comporre il 8; quindi ''',,,''' per attendere; quindi il numero di telefono.

= Linee multiple di fax in entrata =
== Configurare una scheda PCI seriale multiporta ==

 * Non c'è davvero alcun limite al numero di schede seriali che Linux sia in grado di gestire, ma c'è un parametro di configurazione del kernel per il numero di porte seriali supportate (CONFIG_SERIAL_8250_NR_UARTS).
 * Attualmente il limite di porte supportate in Debian è 4 (continuare a leggere per aumentare questo numero).
 * Ecco cosa fare se si desidera aggiungere al pc una scheda seriale con 2 porte.
 * Se si collegano più modem o si acquista una scheda seriale PCI e si vuole sapere quale ttyS utilizzano, si può controllare con:
{{{
dmesg | grep tty
}}}

 * Ottenendo qualcosa di simile:
{{{
Line 309: Line 313:
 *If you installed another serial pci card (2 port or 4 port), you can see if it was detected by typing:
 * Installando un'altra scheda PCI seriale (2 porte o 4 porte) è possibile vedere se è stata rilevata digitando:
Line 313: Line 318:
This should list something like:
 * Ottenendo qualcosa di simile:
Line 325: Line 331:
 *As you can see the IRQ should be the same as the one specified in dmesg.
 *Install setserial. This program will let you control serial port better.

 * Come si può vedere l'IRQ dovrebbe essere lo stesso di quello indicato in dmesg.
 * Installare il pacchetto [[DebianPkg:setserial]], questo programma permetterà di controllare meglio la porta seriale.
Line 331: Line 338:
 *Then try:
 * Quindi provare con:
Line 335: Line 343:
 * If you don't see a ttyS#(ex. ttyS14) in '''/dev/''' you will need to create ttyS14 device.
 * Se in '''/dev/''' non appare una ttyS# (ttyS14 ad esempio) bisognerà creare il device.
Line 339: Line 348:
 * So in my case I am missing ttyS14, ttyS15 in /dev/ folder
* In questo caso mancano ttyS14, ttyS15:
Line 344: Line 354:
 *Now run '''setserial -g /dev/ttyS*''' again and you should see your new serial ports.
 *Plug in your modems and Run:

* Eseguire nuovamente '''setserial -g /dev/ttyS*''', dovrebbero esserci le nuove porte seriali.
 * Collegare i modem ed eseguire:
Line 349: Line 360:
 *Select the new ttyS and you are done setting up multiple fax machines.

 * Selezionare le nuove ttyS e la configurazione di molteplici apparecchi fax sarà conclusa.
Line 353: Line 364:
 *When fax fails to send, user gets an email notifying of a failure. Default is to just sent an email with a job number. To make sure they get a copy of what they actually sent we need to add FaxNotify to /etc/hylafax.
 *Create !FaxNotify in /etc/hylafax/
 *Inside put

 * Quando fallisce l'invio di un fax l'utente riceve un'email di notifica. La configurazione predefinita prevede l'invio del solo numero del processo, per ottenere una copia di quello che effettivamente è stato inviato bisogna aggiungere il file !FaxNotify in {{{/etc/hylafax}}} e inserirvi:
Line 359: Line 369:
= Common Errors =
 * You can find hylafax specific error codes here: [[http://hylafax.cvs.sourceforge.net/*checkout*/hylafax/hylafax/faxd/README.errorcodes|Hylafax Error Codes]]
== Minicom works, but faxaddmodem does not see a modem ==
 * Minicom automatically uses an init string that turns '''Numeric Result Codes''' off (ATV1). If you have an US Robotics Courier V.Everything External, check the position of jumper switch #2.

= Errori comuni =

 * È possibile trovarli sulla pagina dei [[http://hylafax.cvs.sourceforge.net/*checkout*/hylafax/hylafax/faxd/README.errorcodes|codici di errore di Hylafax]].

== Minicom funziona ma faxaddmodem non trova un modem ==

 * Minicom utilizza automaticamente una stringa di inizializzazione che spegne i '''Numeric Result Codes''' (ATV1). Se si possiede un US Robotics Courier V.Everything External verificare la posizione del ponticello #2.
Line 364: Line 379:
 *Added to config.ttyS14; failure to receive silence
 *#http://www.hylafax.org/archive/2002-08/msg00260.php
 *Add this to your configuration: config.ttyS#

* Aggiunto a config.ttyS14; failure to receive silence.
 * http://www.hylafax.org/archive/2002-08/msg00260.php
 * Aggiungere questo al file di configurazione: config.ttyS#
Line 370: Line 386:
Line 371: Line 388:
 *Switching to calls 1, and adding the "delay" will solve the problem.
 *Run the '''faxaddmodem''' command again and add the delay.

 * Il passaggio a Class 1 aggiungendo il "ritardo" dovrebbe risolvere il problema.
 * Eseguire nuovamente il comando '''faxaddmodem''' e aggiungere il ritardo.
Line 374: Line 393:
 *Switching to Class 1 solved the problem.
* Il passaggio a Class 1 risolve il problema.
Line 376: Line 397:
 *Adding dial string 9 '''then pause''' then number to config file solved the problem
 *See "PBX, Dial 9 before number" section and if you need more details on options see http://members.tripod.com/michaelgellis/modem.html

 * Aggiungere la stringa di composizione 9 '''poi pausa''' quindi il numero al file di configurazione risolve il problema.
 * Vedere la sezione "PBX, Dial 9 before number", per maggiori dettagli sulle opzioni vedere http://members.tripod.com/michaelgellis/modem.html
Line 379: Line 402:
 *Adding longer wait has solved the problem of no dial tone, but you might still get the no carrier detected. Look into logs to determine if this is the case in your setup. See if these are '''busy signal'''. For some reason busy signal gets labeled as no carrier detected.
 * Aggiungere un'attesa più lunga risolve il problema dell'assenza di segnale di linea, ma si potrebbe ancora ottenere la portante non rilevata. Controllare il registro per determinare se questo è il caso della propria configurazione, vedere se ci sono dei '''segnale di occupato'''; per qualche motivo il segnale di occupato viene etichettato come nessuna portante rilevata.
Line 383: Line 408:
== Modem Wedged ==
After a month of good work (11,000 faxes) suddenly the modem become wedged. Because USR modem doesn't have the un-wedged option as the Mainpine modem, you have to tell hylafax to try to set it up more then (default)2 times. Add this to your config.tty#

== Modem bloccato ==

Dopo un mese di lavoro (11.000 fax) improvvisamente il modem si blocca. Perché il modem USR non ha l'opzione di sblocco come il modem Mainpine, bisogna dire a !HylaFAX di provare a configurarlo più di (predefinito) 2 volte. Aggiungere questo al file config.tty#
Line 389: Line 416:
== 4 ports serial card, more then 4 modem support ==
 * There's really no limit to the number of serial cards Linux can support, but there is a kernel configuration parameter for the number of supported serial ports.(CONFIG_SERIAL_8250_NR_UARTS)
 *To find out how many serial port your kernel is configured for do:
{{{
dmesg |grep Serial
}}}
 * And look for line like:
== Scheda con 4 porte seriali più supporto per 4 modem ==

 * Non c'è davvero alcun limite al numero di schede seriali che Linux sia in grado di gestire, ma c'è un parametro di configurazione del kernel per il numero di porte seriali supportate (CONFIG_SERIAL_8250_NR_UARTS).
 * Per scoprire per quante porte seriali è stato configurato il kernel:
{{{
dmesg | grep Serial
}}}

 * Controllare righe simili:
Line 399: Line 428:
 *Shows that the driver is compiled to support only 4 ports.
 *I was getting following logs which I will include here for reference.

 * Risulta che il driver è compilato per supportare solo 4 porte.
 * Ecco il registro di riferimento:
Line 410: Line 440:
shows that ttyS2 is on the motherboard. ttyS0, S1, and S3 are
on the 9845 card. The driver found the fourth port on the 9845 card,
but couldn't use it because all four ports (ttyS0-ttyS3) were already
in use (that's what the "-28" error means).
}}}
 *You can list your pci cards by doing the following. This will show you all pci cards. Look for the one that mentions '''serial'''
mostra che ttyS2 è sulla scheda madre. ttyS0, S1, e S3 sulla scheda 9845.
Il driver ha trovato la quarta porta sulla scheda 9845, ma non può usarla
perché tutte e quattro le porte (da ttyS0 a ttyS3) sono già in uso
(questo è il significato dell'errore "-28").
}}}

 * Si possono elencare le schede PCI nel modo seguente; questo mostrerà tutte le schede PCI, cercare le righe che menzionano '''serial''':
Line 419: Line 450:
 * These are mine:
* Esempio:
Line 446: Line 478:
 *Lets add a more serial ports to our system. We do it by adding the '''8250.nr_uarts=16''' at end of kopt line in the grub menu configuration file.
 *Edit /boot/grub/menu.lst and change the following lines by adding the 8250.nr_uarts=16 at the end of kopt.

 * Aggiungere più porte seriali al sistema inserendo '''8250.nr_uarts=16''' alla fine della riga kopt nel file di configurazione di grub {{{/boot/grub/menu.lst}}}.
Line 461: Line 493:
 *Then
 * Eseguire
Line 465: Line 498:
 *Reboot
 *When you log in run the command:

 * Riavviare il sistema ed eseguire il comando:
Line 470: Line 503:
 *This will show you list of all serial ports addresses and corresponding ttyS
 *Mine looks like:
{{{
faxserver:/home/lucas# setserial -g /dev/ttyS*

 * Questo mostrerà l'elenco di tutti gli indirizzi delle porte seriali con il corrispondente ttyS, ad esempio:
{{{
Line 491: Line 523:
 *So now from lspci -v I know that first port on my 4 port serial card is 1010 which is ttyS1, second 1018 is ttyS2....etc
 *Its really easy.
 *The maximum number of the serial ports you can set the kernel boot to is 16,if you need more, kernel 2.6.24 wil have 32 as upper limit.see [[DebianBug:440807|Debian Bug 440807]].
= Tools =
== Archive Faxes ==
 *If you have a need to archive each fax by date, there is a script that does just that.
 http://www.hylafax.org/archive/2007-02/msg00399.php
 *Download the archive.py file to some folder. I use /usr/local/bin/
 *Edit a cron job:
{{{
crontab -e
}}}
 *Now set up the time it will run. The extension it should use. And a folder where the faxes are.

 * Così ora da {{{lspci -v}}} si vedrà che la prima porta della scheda seriale è la 1010 che equivale a ttyS1, la seconda è la 1018 ed equivale a ttyS2, e così via.
 * Il numero massimo di porte seriali impostabili all'avvio del kernel è 16, se ne servono di più il kernel 2.6.24 ha un limite di 32. Vedere il [[DebianBug:440807|bug Debian 440807]].

= Strumenti =
== Archivio fax ==

 * Se si ha l'esigenza di archiviare ogni fax in base alla data, vi è uno script che fa proprio questo: http://www.hylafax.org/archive/2007-02/msg00399.php
 * Scaricare il file archive.py in {{{/usr/local/bin/}}} e creare un compito temporizzato con {{{crontab -e}}}:
Line 507: Line 535:
 *Above line will run the program every day at 00:01 am. Change the "/usr/local/bin/archive.py" to where you have downloaded the program. Change "/var/spool/hylafax/recvq" to where your faxes are located. Change "tif" to the extension you are using for storing your faxes.
 *If you just need to run it once. This command will do.

 * Verrà eseguito il programma ogni giorno alle 00:01. Adattare i percorsi e l'estensione che si utilizza per memorizzare i fax (tif) alle proprie esigenze.
 * Se se serve eseguirlo una sola volta, questo sarà il comando:
Line 512: Line 541:
== Send batch faxes ==
 *To send multiple faxes, first you need to create a file that will have fax numbers per one line. Type it or do a database query.

== Inviare una serie di fax ==

 * Per inviare molteplici fax bisogna creare un file contenente i numeri telefonixi, uno per riga:
Line 518: Line 549:
 *If you need to add 1 in front of the number you could use vim to do it with this code: press ESC
{{{
:%s/^/1/g
}}}
 *This will replace ^(beginning of a line) with 1
 *After your file is ready and you have a pdf of what you want to send. Issue this command
{{{
sendfax -z batchfaxnumbers.csv FILE2007NEWS.pdf
}}}
 *To make only one modem be responsible for sending that job. And to enable enough time for it to send we can issue this command which will use ttyS0 modem and will expire in 24 hours.

 * Una volta che il file è pronto e ipotizzando di avere un pdf da spedire, usare il seguente comando:
{{{
sendfax -z mucchio_numeri_fax.csv FILE2007NEWS.pdf
}}}

 * Affinché un solo modem sia responsabile dell'invio e consentirgli il tempo sufficiente per compiere l'operazione, si può eseguire questo comando che utilizzerà il modem ttyS0 e scadrà in 24 ore.
Line 531: Line 559:
= Maintenance =
 * To see a status of the fax service on the local machine, Type

= Manutenzione =

 * Per visualizzare lo stato del servizio di fax sulla macchina locale:
Line 536: Line 566:
== Restart Hylafax ==
== Riavviare Hylafax ==
Line 540: Line 571:
== Checking Fax Status ==
To check the status of hylafax, we use the faxstat command:

== Controllare lo stato del fax ==

Si userà il comando faxstat:
Line 545: Line 578:
 * Type in the password(if it asks for one) and you should see something similar to the following:
{{{
faxserver:~# faxstat
Password:

 * Inserendo la password (se ne viene chiesta una) si dovrebbe vedere qualcosa di simile:
{{{
Line 553: Line 585:
== Removing a fax job ==
to remove a sent fax from the queue, issue the following command:

{{{
faxrm jobid
}}}

Where JOBID is the ID of the job in question.

You can also remove multiple faxes at once, like the following:

== Rimuovere un processo di fax ==

Per rimuovere dalla coda un fax spedito:
{{{
faxrm jobid
}}}

Dove ''jobid'' è l'ID del processo in questione.

È anche possibile rimuovere più fax in una volta sola:
Line 566: Line 599:
=== If you have more then a 100 faxes to remove ===
 * Open excel/openoffice calc file
 * Create a range of 1...100; save as csv; Open in vim; Issue a command ''':%s/"//g''' to remove quotes; Issue a command '''%s/\n/ /g''' to replace new line with space; Add at the beginning '''faxrm '''; On your server issue a command '''bash filename.csv'''

=== Se si hanno più di 100 fax da rimuovere ===

 * Aprire il foglio di calcolo in OpenOffice
 * Creare un range da 1 a 100 e salvarlo come file csv. Aprirlo in vim ed eliminare le virgolette con il comando ''':%s/"//g''', quindi sostituire gli "a capo" con degli spazi con '''%s/\n/ /g'''; aggiungere '''faxrm ''' ad inizio riga. Eseguire il comando '''bash filename.csv''' sul server.
Line 571: Line 606:
 *If you followed !DebianPrinting, log into the cups software via the http:localohost:631 and you can resume printing from there or see the status of the printer.

= Country Specifc =
== France ==
 *The only difference is the country code and the prefix for international.


 * Se si è seguito come [[it/SystemPrinting|stampare in Debian]], accedere al software CUPS tramite http://localohost:631 riprendendo la stampa o visualizzando lo stato della stampante.

= Specifiche per paese =
== Francia ==
 * L'unica differenza è il codice del paese e il prefisso per chiamate internazionali.

Translation(s): English - Italiano

(!) ?Discussion


HylaFAX, un server fax open source avanzato.

Basato su http://lucasmanual.com/mywiki/FaxServer e http://www.aboutdebian.com/fax.htm

Installazione

apt-get install hylafax-server
  • Assicurarsi che il modem sia connesso, i modem esterni possono essere collegati tramite porta seriale o USB (quando si utilizza un convertitore seriale USB).

Configurazione iniziale

Per iniziare la configurazione di hylafax eseguire l'utilità faxsetup.

faxsetup
  • Premendo invio si vedrà parecchio testo, faxsetup controlla le impostazioni di sistema.
  • Supponendo che non ci siano errori verrà visualizzato un menu simile al seguente:

        HylaFAX configuration parameters are:

        [1] Init script starts faxq:            yes
        [2] Init script starts hfaxd            yes
        [3] Start old protocol:                 no
        [4] Start paging protocol:              no
Are these ok [yes]? 
  • premere invio per rispondere yes

  • faxsetup creerà alcuni file di configurazione e chiederà il permesso di arrestare il processo faxq.

Modem support functions written to /var/spool/hylafax/etc/setup.modem.
Configuration parameters written to /var/spool/hylafax/etc/setup.cache.

Restarting HylaFAX server processes.

You have a HylaFAX scheduler process running.  faxq will be
restarted shortly, as soon as some other work has been completed.
Can I terminate this faxq process (24932) [yes]? 
  • Premere invio per rispondere yes

  • faxsetup chiederà il permesso di riavviare il processo hylafax server, premere invio per rispondere yes

  • Dal momento che non è ancora stato configurato un modem, faxsetup chiederà di eseguire "faxaddmodem", premere invio per rispondere yes

    • Inserire il nome del device di porta seriale al quale è collegato il modem-fax (assicurarsi che il modem sia collegato alla porta seriale e non alla parallela). Suggerimento: ttyS0 è per la prima porta seriale (COM1 sotto Windows/DOS) e ttyUSB0 è il primo adattatore USB-seriale.
    • Verranno ora richiesti alcuni valori, per la maggior parte di essi è possibile accettare i predefiniti premendo invio. I valori da inserire sono:

        * Prefisso della nazione (1 per gli USA)
        * Prefisso della regione (inserire quello della propria zona)
        * Numero telefonico del modem fax (nel formato +1.xxx.xxx.xxxx, per gli USA)
        * Stringa di identificazione locale (dovrebbe essere qualcosa di simile a 'Mio Server Fax' che verrà stampato sulla citazione dei fax in uscita)
        * Prefisso a lunga distanza (1 negli USA)
        * Prefisso internazionale (011 negli USA)
        * File di regole di composizione (accettare il predefinito)
        * Tracciamento durante le normali operazioni server (accettare il predefinito)
        * Tracciamento durante le operazioni di invio e ricezione (accettare il predefinito)
  • I prossimi valori hanno a che fare con i permessi di alcuni file creati. Per un fax al gateway di posta le impostazioni predefinite sono accettabili, ma se si desidera condividere i file della coda fax direttamente con un server FTP o HTTP sono necessarie altre autorizzazioni.
  • Continuare a inserire valori:

        * Modalità di protezione per fax ricevuti - se si desidera condividere i file direttamente inserire 0644, altrimenti accettare l'impostazione predefinita 0600 
        * Modalità di protezione per la sessione dei registri - se si desidera condividere i file direttamente inserire 0644, altrimenti accettare l'impostazione predefinita 0600
        * Modalità di protezione per ttySx - per condividere il modem inserire 0666, 0600 se lo si utilizza solo con hylafax
        * Numero di squilli prima di rispondere - il valore predefinito è 1, impostarlo a 0 configura il server come un sistema fax di "solo invio"
        * Volume dell'altoparlante del modem, i valori validi sono OFF QUIET LOW MEDIUM HIGH, lo si può impostare su HIGH per fare delle prove e cambiarlo in OFF successivamente)
        * Argomenti da riga di comando per il programma getty (accettare il predefinito)
        * Percorso del file di controllo degli accessi TSI (accettare il predefinito)
        * Percorso del file di controllo degli accessi Caller-ID (accettare il predefinito)
        * File del carattere della citazione (accept the default)
        * Stringa del formato della citazione (accept the default)
        * Tempo prima di eliminare un file UUCP interrotto e bloccato (accettare il predefinito)
        * Mantenere un file di lock UUCP durante le chiamate dati in entrata (accettare il predefinito)
        * Mantenere un file di lock UUCP durante le chiamate vocali in entrata (accettare il predefinito)
        * Percentuale di linee valide da accettare durante il controllo qualità della copia (accettare il predefinito)
        * Numero massimo di linee non valide da accettare durante il controllo qualità della copia (si consiglia di ridurre il valore predefinito da 5 a 3)
        * Numero massimo di pagine da accettare in un fax ricevuto (si consiglia di aumentare il valore predefinito a 25)
        * Nome del servizio syslog per i messaggi di tracciamento del server (il predefinito è "daemon" ma lo si può cambiare in "local7" se si invia il registro ad un server syslog remoto e si vuole separare il registro dei fax da altri messaggi)
        * Imposta l'UID a 0 per gestire CLOCAL (accettare il predefinito)
        * Usa il meccanismo di schedulazione disponibile per la priorità dei compiti (accettare il predefinito)
  • Verrà quindi chiesto di confermare i valori inseriti, premere invio per accettare.

  • setupfaxmodem dialogherà ora con il modem fax per determinare la velocità migliore per comunicare con esso e le classi fax che gestisce.
    • Se questo passaggio non riesce vi è un probabile problema di comunicazione con il modem, esaminare i rimedi possibili nella sezione Errori comuni.

  • Anche se il modem supporta sia la Classe 1 che la Classe 2, andrebbe impostato in Classe 1 per assicurare la compatibilità con tutte le macchine fax.
  • Verranno ora richiesti valori specifici per il modem, basta premere invio per accettare i predefiniti in quanto sono il risultato dell'interrogazione al modem e la classe selezionata.

  • Verranno visualizzati i valori di schedulazione non predefiniti seguiti da una richiesta di conferma.
    • Assicurarsi che siano corretti, se non lo sono rispondere No e correggerli.

    • Si noti che è possibile aumentare il valore di "Timeout durante la conversione di documenti ?PostScript" se si inviano documenti lunghi.

    • Premere semplicemente invio per accettare i valori predefiniti.

  • Assumendo che tutto quanto sopra descritto è andato a buon fine faxaddmodem restituirà ora il controllo a faxsetup, la configurazione del primo modem è terminata.
  • Se si sta configurando solo un modem fax, rispondere No alla richiesta di configurarne un altro; in caso contrario rispondere yes ed eseguire nuovamente i passi sopra descritti relativi a faxaddmodem.

  • Per verificare le impostazioni accettare la risposta predefinita yes per eseguire faxmodem sul modem appena configurato.

  • Si dovrebbe ora tornare al prompt shell.
  • Se si desidera modificare manualmente i file che contengono queste impostazioni, utilizzare il proprio editor preferito sui file "config" e "config.MODEMDEVICE" in /etc/hylafax (dove MODEMDEVICE è il device al quale il modem è connesso).

  • Configurare HylaFAX affinché venga eseguito automaticamente all'avvio del sistema, esaminare il contenuto del file /etc/default/hylafax.

  • Assicurarsi che non ci siano caratteri # all'inizio della riga che contiene RUN_HYLAFAX=1.

Se tutto è andato bene, l'esecuzione di /etc/init.d/hylafax restart dovrebbe dare come risultato che hylafax ascolti il modem per i fax in entrata, permettendo l'invio di fax da riga di comando.

Invio di un fax da linea di comando

Per testare il fax server appena installato si invierà un file di testo a un apparecchio fax remoto.

Per inviare un fax dalla riga di comando, eseguire il seguente comando:

sendfax -n -d <NUMEROTEL> /etc/issue.net

dove <NUMEROTEL> è il numero telefonico dell'apparecchio fax su cui si può ricevere un fax (che non è sulla stessa linea telefonica del server hylafax).

se ha funzionato correttamente si dovrebbe avere un fax in attesa sul numero inserito nel comando.

Configurazione della rete fax

Si farà in modo che HylaFAX sappia chi sulla rete locale è autorizzato a inviare fax, se non si intende consentire l'utilizzo del server agli utenti della rete locale è possibile ignorare questa sezione.

Controlli di accesso

Per permettere l'accesso agli utenti sulla rete locale è possibile utilizzare una regola estesa di sottorete per consentire l'uso a tutti oppure selezionare singoli indirizzi.

  • Modificare il file /etc/hylafax/hosts.hfaxd con un editor.

    • Ad esempio, se si usa una rete con indirizzi nel range 192.168.10.0 e la sottorete è 255.255.255.0, inserire la seguente direttiva:

192\.168\.10\.:::
  • Allo stesso modo se si usa una rete con indirizzi nel range 172.16.0.0 e la sottorete è 255.255.0.0, la voce sarebbe:

172\.16\.:::
  • Si possono inserire sia range di indirizzi che indirizzi multipli mirati, se si desidera limitare l'accesso a utenti specifici si possono inserire i loro indirizzi IP individuali. Al termine salvare il file e uscire dall'editor.

Riavviare il server hylafax con il comando /etc/init.d/hylafax restart-

Creazione di utenti

È necessario creare un utente sul sistema per ogni utente della rete al quale si desidera far usare il server fax:

adduser dept1
  • Inserire nome utente e password
  • Aggiungere quindi l'utente a hylafax, scoprendo prima qual è l'UID del nuovo utente:

cat /etc/group
  • Dovrebbe essere qualcosa come dept1:x:1001:, perciò l'UID sarà 1001.

  • Comunicarlo ora a hylafax:

faxadduser -p password -u 1001 nome_utente

Configurazione di fax a email

Si creerà ora uno script FaxDispatch in /etc/hylafax per indirizzare i fax in entrata a una destinazione diversa che risiedere in recvq.

FaxDispatch

  • FaxDispatch è uno script personalizzato che si può creare per Hylafax per specificare le opzioni di consegna non standard, normalmente i fax in entrata vengono inseriti nella directory /var/spool/hylafax/recvq/.

  • Un esempio di file FaxDispatch potrebbe somigliare a questo: http://www.infocopter.com/know-how/hylafax/fax-dispatch.html (collegamento non funzionante, recuperabile qui).

  • Creare un file /etc/hylafax/FaxDispatch contenente questo:

## FaxDispatch file - routes all inbound faxes to myemail@emailaddy.com as TIFF files
##
## Consult the faxrcvd(8C) man page for more information
##

SENDTO=mia_email@mio_dominio.com;
FILETYPE=tiff;

Si noti che sono consentiti tipi di file diversi da tiff ma questo è il formato nativo usato dal sistema di fax, pertanto richiede minor quantità di lavoro da gestire sul server.

Stampare automaticamente fax in entrata

  • Se si desidera stampare e quindi spostare i fax in arrivo fuoiri dalla directory /var/spool/hylafax/recvq/, si può creare un file FaxDispatch come questo:

## and/or by device
FOLDER="/var/spool/hylafax/recvq/"
FULLPATH="${FOLDER}${FILENAME}.tif"
case "$DEVICE" in
ttyS14)   /usr/bin/tiff2ps -w 8.5 -h 11 -a $FILE |lpr -P kyocera; mv $FULLPATH /var/spool/hylafax/recvq/dept1/;;    # tutti i fax ricevuti su ttyS14
ttyS15)   /usr/bin/tiff2ps -w 8.5 -h 11 -a $FILE |lpr -P kyocera; mv $FULLPATH /var/spool/hylafax/recvq/dept2/;;    # tutti i fax ricevuti su ttyS15
esac

Notare che specificare le dimensioni di una pagina è consigliato per assicurarsi che le pagine 11x14 vengano stampate in modo corretto.

Visualizzare fax tramite un browser internet

  • Per questo si installi il server web apache

apt-get update
apt-get install apache2
  • Aggiungere un collegamento alla directory dei fax:

cd /var/www
ln -s /var/spool/hylafax/recvq fax

Client di invio fax

La lista di tutti i software è al seguente indirizzo: http://www.hylafax.org/content/Client_Software

Linux

Si può usare Gfax o Kde Print Fax. Gfax è installabile con:

apt-get update
apt-get install gfax

Quindi andare nel menu Applicazioni > Ufficio > Gfax.

  • Questo necessita di essere testato:

Spedire fax da OpenOffice, TextEditor, ecc.

1. Installare GFax (apt-get install gfax)
2. Configurarlo con il server fax (HylaFAX); si può provare la configurazione di GFax inviando un fax con TextEditor (Applicazioni > Accessori)
3. Per OpenOffice eseguire /usr/lib/openoffice/program/spadmin da root
4. Dalla GUI di spadmin aggiungere un convertitore fax/pdf e inserire gfax come comando
5. Salvare la configurazione
6. Provare a spedire un documento OpenOffice via fax

L'invio con Fax Printer non ha funzionato, mentre con il convertitore PDF e impostando una cartella PDF non si è bloccato. 

Windows

  • Su windows si può usare il software Winprint HylaFAX, scaricabile all'indirizzo http://winprinthylafax.sourceforge.net/

  • AMMINISTRAZIONE: Scaricare il programma chiamato WHFC che notificherà lo stato del server hylafax.

Hardware conosciuto come funzionante

Modem seriali

  1. US Robotics 56K External Fax Modem; 5686E (fornito senza cavo)
  2. USRobotics Courier V.Everything External Fax Modem
  3. Amigo AME-CA95, External V.92 DATA/FAX/TAM Modem - (newegg.com)

Adattatori seriali multiporta

  1. Startech.com 4 Multi Port Serial PCI Card
  2. Startech.com 2 Port Serial PCI Card

Modem USB

Sito web che vende il modem USB (in greco): http://www.e-shop.gr/show_per.phtml?id=PER.533709

lsusb lo riconosce come:

Bus 001 Device 002: ID 0483:7554 SGS Thomson Microelectronics 56k SoftModem
  idVendor           0x0483 SGS Thomson Microelectronics
  idProduct          0x7554 56k SoftModem

Il driver funzionante è lo "slusb" SmartLink, vedere slmodem.

Il modem viene installato sotto /dev/ttySL0, non sembra necessaria alcuna configurazione particolare per Hylafax.

Aggiungere un prefisso di selezione

Per configurare !Hylafax per comporre un numero e mettersi in pausa prima di chiamare il numero richiesto, aggiungere la seguente riga al file config.<DEVICE>:

ModemDialCmd: ATDT9,%s
  • Pausa: Il modificatore di chiamata , (virgola) fa sì che il modem si metta in pausa dopo aver composto il numero ATD9,17731231234

  • Pausa e attesa del segnale di linea: La W fa sì che la maggiro parte dei modems attenda il segnale di linea prima di chiamare il numero che la segue. ATDT 9 W 17731231234

  • Il comando definitivo per la chiamata del modem potrebbe essere così:

ModemDialCmd: ATDT9,W%s
  • 9 dice di comporre il 9; la virgola di attendere; la W di attendere il segnale di linea; %s è la variabile indicante il numero da comporre.

  • Se nel registro si verifica l'assenza di segnale provare con:

ModemDialCmd:     ATX3DT8,,,%s
  • AT prende il telefono; X3 disabilita il controllo del segnale di linea; DT dice di usare il segnale e comporre il 8; quindi ,,, per attendere; quindi il numero di telefono.

Linee multiple di fax in entrata

Configurare una scheda PCI seriale multiporta

  • Non c'è davvero alcun limite al numero di schede seriali che Linux sia in grado di gestire, ma c'è un parametro di configurazione del kernel per il numero di porte seriali supportate (CONFIG_SERIAL_8250_NR_UARTS).
  • Attualmente il limite di porte supportate in Debian è 4 (continuare a leggere per aumentare questo numero).
  • Ecco cosa fare se si desidera aggiungere al pc una scheda seriale con 2 porte.
  • Se si collegano più modem o si acquista una scheda seriale PCI e si vuole sapere quale ttyS utilizzano, si può controllare con:

dmesg | grep tty
  • Ottenendo qualcosa di simile:

ttyS0 at I/O 0x3f8 (irq = 4) is a 16550A
ttyS14 at I/O 0xdf08 (irq = 209) is a 16550A
ttyS15 at I/O 0xdf10 (irq = 209) is a 16550A
  • Installando un'altra scheda PCI seriale (2 porte o 4 porte) è possibile vedere se è stata rilevata digitando:

lspci -v
  • Ottenendo qualcosa di simile:

0000:02:00.0 Serial controller: NetMos Technology PCI 9835 Multi-I/O Controller (rev 01) (prog-if 02 [16550])
        Subsystem: LSI Logic / Symbios Logic 2S (16C550 UART)
        Flags: medium devsel, IRQ 209
        I/O ports at df08 [size=8]
        I/O ports at df10 [size=8]
        I/O ports at df18 [size=8]
        I/O ports at df20 [size=8]
        I/O ports at df28 [size=8]
        I/O ports at df30 [size=16]
  • Come si può vedere l'IRQ dovrebbe essere lo stesso di quello indicato in dmesg.
  • Installare il pacchetto setserial, questo programma permetterà di controllare meglio la porta seriale.

apt-get update
apt-get install setserial
  • Quindi provare con:

setserial -g /dev/ttyS*
  • Se in /dev/ non appare una ttyS# (ttyS14 ad esempio) bisognerà creare il device.

ls /dev/ttyS*
  • In questo caso mancano ttyS14, ttyS15:

MAKEDEV ttyS14
MAKEDEV ttyS15
  • Eseguire nuovamente setserial -g /dev/ttyS*, dovrebbero esserci le nuove porte seriali.

  • Collegare i modem ed eseguire:

faxaddmodem
  • Selezionare le nuove ttyS e la configurazione di molteplici apparecchi fax sarà conclusa.

FaxNotify

  • Quando fallisce l'invio di un fax l'utente riceve un'email di notifica. La configurazione predefinita prevede l'invio del solo numero del processo, per ottenere una copia di quello che effettivamente è stato inviato bisogna aggiungere il file FaxNotify in /etc/hylafax e inserirvi:

RETURNFILETYPE=tiff;

Errori comuni

Minicom funziona ma faxaddmodem non trova un modem

  • Minicom utilizza automaticamente una stringa di inizializzazione che spegne i Numeric Result Codes (ATV1). Se si possiede un US Robotics Courier V.Everything External verificare la posizione del ponticello #2.

Failure to receive silence

Class1SwitchingCmd: "<delay:7>"

T.30 T2 timeout, expected signal not received

  • Il passaggio a Class 1 aggiungendo il "ritardo" dovrebbe risolvere il problema.
  • Eseguire nuovamente il comando faxaddmodem e aggiungere il ritardo.

Unspecified Phase C error, including too much delay between TCF and +FDR command

  • Il passaggio a Class 1 risolve il problema.

No Dial Tone

  • Aggiungere la stringa di composizione 9 poi pausa quindi il numero al file di configurazione risolve il problema.

  • Vedere la sezione "PBX, Dial 9 before number", per maggiori dettagli sulle opzioni vedere http://members.tripod.com/michaelgellis/modem.html

No carrier Detected

  • Aggiungere un'attesa più lunga risolve il problema dell'assenza di segnale di linea, ma si potrebbe ancora ottenere la portante non rilevata. Controllare il registro per determinare se questo è il caso della propria configurazione, vedere se ci sono dei segnale di occupato; per qualche motivo il segnale di occupato viene etichettato come nessuna portante rilevata.

cat /var/spool/hylafax/log/xferfaxlog

Modem bloccato

Dopo un mese di lavoro (11.000 fax) improvvisamente il modem si blocca. Perché il modem USR non ha l'opzione di sblocco come il modem Mainpine, bisogna dire a !HylaFAX di provare a configurarlo più di (predefinito) 2 volte. Aggiungere questo al file config.tty#

MaxSetupAttempts:    10

Scheda con 4 porte seriali più supporto per 4 modem

  • Non c'è davvero alcun limite al numero di schede seriali che Linux sia in grado di gestire, ma c'è un parametro di configurazione del kernel per il numero di porte seriali supportate (CONFIG_SERIAL_8250_NR_UARTS).
  • Per scoprire per quante porte seriali è stato configurato il kernel:

dmesg | grep Serial
  • Controllare righe simili:

 Serial: 8250/16550 driver $Revision: 1.90 $ 4 ports, IRQ sharing enabled
  • Risulta che il driver è compilato per supportare solo 4 porte.
  • Ecco il registro di riferimento:

serial8250: ttyS2 at I/O 0x3e8 (irq = 4) is a 16550A
 00:08: ttyS2 at I/O 0x3e8 (irq = 4) is a 16550A
 0000:05:04.0: ttyS0 at I/O 0x1010 (irq = 201) is a 16550A
 0000:05:04.0: ttyS1 at I/O 0x1018 (irq = 201) is a 16550A
 0000:05:04.0: ttyS3 at I/O 0x1020 (irq = 201) is a 16550A

Couldn't register serial port 0000:05:04.0: -28

mostra che ttyS2 è sulla scheda madre. ttyS0, S1, e S3 sulla scheda 9845.
Il driver ha trovato la quarta porta sulla scheda 9845, ma non può usarla
perché tutte e quattro le porte (da ttyS0 a ttyS3) sono già in uso 
(questo è il significato dell'errore "-28").
  • Si possono elencare le schede PCI nel modo seguente; questo mostrerà tutte le schede PCI, cercare le righe che menzionano serial:

lspci -v
  • Esempio:

 2 port:
 02:00.0 Serial controller: NetMos Technology PCI 9835 Multi-I/O
 Controller (rev 01) (prog-if 02 [16550])
         Subsystem: LSI Logic / Symbios Logic 2S (16C550 UART)
         Flags: medium devsel, IRQ 209
         I/O ports at df08 [size=8]
         I/O ports at df10 [size=8]
         I/O ports at df18 [size=8]
         I/O ports at df20 [size=8]
         I/O ports at df28 [size=8]
         I/O ports at df30 [size=16]


 4 port:
 02:02.0 Serial controller: Unknown device 9310:9845 (rev 01) (prog-if 02
 [16550])
         Subsystem: LSI Logic / Symbios Logic Unknown device 0004
         Flags: medium devsel, IRQ 201
         I/O ports at 1000 [size=8]
         I/O ports at 1008 [size=8]
         I/O ports at 1010 [size=8]
         I/O ports at 1018 [size=8]
         I/O ports at 1020 [size=8]
         I/O ports at 1030 [size=16]
  • Aggiungere più porte seriali al sistema inserendo 8250.nr_uarts=16 alla fine della riga kopt nel file di configurazione di grub /boot/grub/menu.lst.

## DO NOT UNCOMMENT THEM, Just edit them to your needs

## ## Start Default Options ##
## default kernel options
## default kernel options for automagic boot options
## If you want special options for specific kernels use kopt_x_y_z
## where x.y.z is kernel version. Minor versions can be omitted.
## e.g. kopt=root=/dev/hda1 ro
##      kopt_2_6_8=root=/dev/hdc1 ro
##      kopt_2_6_8_2_686=root=/dev/hdc2 ro
# kopt=root=/dev/sda1 ro 8250.nr_uarts=16
  • Eseguire

update-grub
  • Riavviare il sistema ed eseguire il comando:

setserial -g /dev/ttyS*
  • Questo mostrerà l'elenco di tutti gli indirizzi delle porte seriali con il corrispondente ttyS, ad esempio:

/dev/ttyS0, UART: 16550A, Port: 0x03f8, IRQ: 4
/dev/ttyS1, UART: 16550A, Port: 0x1010, IRQ: 201
/dev/ttyS10, UART: unknown, Port: 0x0000, IRQ: 0
/dev/ttyS11, UART: unknown, Port: 0x0000, IRQ: 0
/dev/ttyS12, UART: unknown, Port: 0x0000, IRQ: 0
/dev/ttyS13, UART: unknown, Port: 0x0000, IRQ: 0
/dev/ttyS14, UART: unknown, Port: 0x0000, IRQ: 0
/dev/ttyS15, UART: unknown, Port: 0x0000, IRQ: 0
/dev/ttyS2, UART: 16550A, Port: 0x1018, IRQ: 201
/dev/ttyS3, UART: 16550A, Port: 0x1020, IRQ: 201
/dev/ttyS4, UART: 16550A, Port: 0x1010, IRQ: 201
/dev/ttyS5, UART: 16550A, Port: 0x1018, IRQ: 201
/dev/ttyS6, UART: 16550A, Port: 0x1020, IRQ: 201
/dev/ttyS7, UART: 16550A, Port: 0x1028, IRQ: 201
/dev/ttyS8, UART: unknown, Port: 0x0000, IRQ: 0
/dev/ttyS9, UART: unknown, Port: 0x0000, IRQ: 0
  • Così ora da lspci -v si vedrà che la prima porta della scheda seriale è la 1010 che equivale a ttyS1, la seconda è la 1018 ed equivale a ttyS2, e così via.

  • Il numero massimo di porte seriali impostabili all'avvio del kernel è 16, se ne servono di più il kernel 2.6.24 ha un limite di 32. Vedere il bug Debian 440807.

Strumenti

Archivio fax

1 0 * * * python /usr/local/bin/archive.py /var/spool/hylafax/recvq tif
  • Verrà eseguito il programma ogni giorno alle 00:01. Adattare i percorsi e l'estensione che si utilizza per memorizzare i fax (tif) alle proprie esigenze.
  • Se se serve eseguirlo una sola volta, questo sarà il comando:

python /usr/local/bin/archive.py /var/spool/hylafax/recvq tif

Inviare una serie di fax

  • Per inviare molteplici fax bisogna creare un file contenente i numeri telefonixi, uno per riga:

17731231234
13121231234
  • Una volta che il file è pronto e ipotizzando di avere un pdf da spedire, usare il seguente comando:

sendfax -z mucchio_numeri_fax.csv FILE2007NEWS.pdf
  • Affinché un solo modem sia responsabile dell'invio e consentirgli il tempo sufficiente per compiere l'operazione, si può eseguire questo comando che utilizzerà il modem ttyS0 e scadrà in 24 ore.

sendfax -h ttyS0@localhost -n -k 'now + 24 hours' -z batchfaxnumbers.csv FILE2007NEWS.pdf

Manutenzione

  • Per visualizzare lo stato del servizio di fax sulla macchina locale:

faxstat -s

Riavviare Hylafax

/etc/init.d/hylafax restart

Controllare lo stato del fax

Si userà il comando faxstat:

faxstat
  • Inserendo la password (se ne viene chiesta una) si dovrebbe vedere qualcosa di simile:

HylaFAX scheduler on localhost.localdomain: Running
Modem ttyS15 (1.773.123.1234): Running and idle
Modem ttyS14 (1.773.123.1234): Running and idle

Rimuovere un processo di fax

Per rimuovere dalla coda un fax spedito:

faxrm jobid

Dove jobid è l'ID del processo in questione.

È anche possibile rimuovere più fax in una volta sola:

faxrm 1011 1012 1013

Se si hanno più di 100 fax da rimuovere

  • Aprire il foglio di calcolo in OpenOffice

  • Creare un range da 1 a 100 e salvarlo come file csv. Aprirlo in vim ed eliminare le virgolette con il comando :%s/"//g, quindi sostituire gli "a capo" con degli spazi con %s/\n/ /g; aggiungere faxrm ad inizio riga. Eseguire il comando bash filename.csv sul server.

Printer not printing

Specifiche per paese

Francia

  • L'unica differenza è il codice del paese e il prefisso per chiamate internazionali.