Differences between revisions 5 and 16 (spanning 11 versions)
Revision 5 as of 2012-03-03 17:36:00
Size: 4110
Editor: ?skizzhg
Comment: sync with english
Revision 16 as of 2020-03-25 12:47:10
Size: 8484
Comment: renamed (+redirect) like English master page
Deletions are marked like this. Additions are marked like this.
Line 1: Line 1:
## page was renamed from it/HowTo/ChangeHostname
Line 2: Line 3:
~-[[DebianWiki/EditorGuide#translation|Translation(s)]]: [[HowTo/ChangeHostname|English]] - Italiano-~ ~-[[DebianWiki/EditorGuide#translation|Translation(s)]]: [[HowTo/ChangeHostname|English]] - Italiano - [[ru/HowTo/ChangeHostname|Русский]] -~
Line 16: Line 17:
  * ricaricare i file di configurazione <<BR>> <!> Ciò disconnetterà temporaneamente il sistema dalla rete (di solito {{{ssh}}} resiste alle disconnessioni brevi)<<BR>> <!> Ciò potrebbe disconnettere definitivamente il sistema dalla rete in quanto non è in grado di ripristinare le connessioni; in questo caso riavviare, non perché sia la via più semplice ma perché accerta che la configurazione sia corretta {{{   * ricaricare i file di configurazione
 
<!> Ciò disconnetterà temporaneamente il sistema dalla rete (di solito {{{ssh}}} resiste alle disconnessioni brevi)

 
<!> Ciò potrebbe disconnettere definitivamente il sistema dalla rete in quanto non è in grado di ripristinare le connessioni; in questo caso riavviare, non perché sia la via più semplice ma perché accerta che la configurazione sia corretta {{{
Line 23: Line 27:
=== systemd ===
Le versioni di Debian con installato systemd possono usare {{{hostnamectl set-hostname miamacchina}}}. Questo strumento dipende da dbus, perciò prima assicurarsi che sia installato. [[https://manpages.debian.org/testing/systemd/hostnamectl.1.en.html|Documentazione]] relativa.
Line 30: Line 37:
=== CUPS ===
Modificare il file {{{/etc/printcap}}}; è necessario riavviare il servizio.
Line 34: Line 38:
Vedere la domanda frequente su [[http://www.ejabberd.im/node/641|come cambiare il nome del dominio]] nel libro di ejabberd.

La modifica temporanea del valore di {{{ERLANG_NODE}}} in {{{/etc/default/ejabberd}}} per includere il vecchio hostname può essere utilizzata per ristabilire la funzionalità dei servizi per l'esecuzione di un backup del database.
Fare riferimento alla sezione [[https://docs.ejabberd.im/admin/guide/managing/#change-computer-hostname|Change Computer Hostname]] del sito web con la documentazione di ejabberd.
Line 39: Line 41:
Modificare il valore di {{{hostname=}}} nel file {{{/etc/exim4/update-exim4.conf.conf}}}; è necessario riavviare il servizio. Riconfigurare Exim (ciò modifica {{{/etc/exim4/update-exim4.conf.conf}}} e {{{/etc/mailname}}}):
 {{{
dpkg-reconfigure exim4-config
}}}
O modificare manualmente {{{/etc/exim4/update-exim4.conf.conf}}} ({{{hostname=}}}). È necessario riavviare il servizio.
Line 42: Line 48:
Modificare il file {{{/etc/mailname}}}; non è necessario riavviare il servizio. Riconfigurare Exim (vedere voce precedente) o modificare manualmente il file {{{/etc/mailname}}}; non è necessario riavviare il servizio.
Line 47: Line 53:
=== OpenSSH server ===
Modificare i file {{{/etc/ssh/ssh_host_rsa_key.pub}}} e {{{/etc/ssh/ssh_host_dsa_key.pub}}} ({{{root@hostname alla fine}}}); è necessario riavviare il servizio.
=== Server OpenSSH ===
Modificare i file {{{/etc/ssh/ssh_host_rsa_key.pub}}}, {{{/etc/ssh/ssh_host_dsa_key.pub}}}, {{{/etc/ssh/ssh_host_ed25519_key.pub}}} e {{{/etc/ssh/ssh_host_ecdsa_key.pub}}} ({{{root@hostname alla fine}}}); è necessario riavviare il servizio.

=== Certificato SSL auto-firmato ===
Ricreare il certificato auto-firmato creato dal pacchetto DebianPkg:ssl-cert usando il nome host attualmente configurato sul computer.
 {{{
make-ssl-cert generate-default-snakeoil --force-overwrite
}}}
È necessario riavviare i servizi che lo usano, ad esempio apache2.
Line 57: Line 70:

=== fail2ban ===
fail2ban analizza i log per rilevare connessioni fallite e può bandire IP in caso di troppi fallimenti.

Il nome host può essere nell'indirizzo email {{{sender}}} in {{{/etc/fail2ban/jail.local}}}. È necessario riavviare il servizio.

=== lvm ===
Logical Volume Manager (LVM, Gestore di volumi logici) è un mappatore di dispositivi che fornisce la gestione dei volumi logici.

Il nome host appare nel file di configurazione dei backup: {{{/etc/lvm/backup/<Proprio gruppo volumi>}}}.

=== md ===
Su un sistema che usa md sul dispositivo root, l'avvio fallirà dopo l'esecuzione di {{{update-initramfs -u}}} se il nome host in {{{/etc/mdadm/mdadm.conf}}} non corrisponde al nome host nei superblocchi dei membri dell'array.

Per cambiare il nome host nei superblocchi al prompt {{{(initramfs) _}}} (o dal supporto di ripristino):
 {{{
mdadm -A /dev/md/0 --update=name --name=new_hostname:0 /dev/sd[ab]1 # usare i PROPRI nomi di dispositivi
}}}

Per poter essere rinominato , il dispositivo md deve essere inattivo.

Migliore fonte di informazioni di riferimento: https://lists.debian.org/debian-arm/2016/02/msg00072.html
Line 69: Line 104:
[ -z $1 ] && usage

vecchio=`hostname`
[ "$1" ] || usage

vecchio=$(hostname)
Line 74: Line 109:
grep $vecchio /etc/ -rl 2>/dev/null | while read file
   do
      sed s:$vecchio:$nuovo:g $file > ${file}.tmp
      mv ${file}.tmp $file
   done
grep "$vecchio" /etc/ -rl 2>/dev/null |
while read file
do
      sed "s:$vecchio:$nuovo:g" "$file" > "$file.tmp"
      mv -f "$file.tmp" "$file"
done
Line 83: Line 120:
=== Script invasivo migliorato ===
Questo script farà le stesso cose del precedente ma chiede con un dialogo in shell quali file si desiderino modificare prima di farlo.
{{{#!highlight
#!/bin/bash
#

# Recupero dei nomi host vecchio e nuovo
OLD_HOSTNAME=$(hostname)
NEW_HOSTNAME=$1

WHIPTAIL_TITLE="Cambio del nome host"
WHIPTAIL_BACKTITLE="ShrimpDev <dev@csoellinger.at>"
WHIPTAIL_TEXT="Piu' sotto e' presente una lista con caselle di spunta con tutti i file in cui e' stato trovato il vecchio nome host \"${OLD_HOSTNAME}\" all'interno di /etc\n\nControllare quali file devono essere aggiornati al nuovo nome host \"${NEW_HOSTNAME}\""

not_root() {
    echo "ERRORE: E' necessario essere root per eseguire questo script"
    exit 1
}

usage() {
    echo "uso : $0 <nuovo nome host> [Optionale:--backup/Imposta la modalita' di backup] [Optionale:--debug/Imposta la modalita' di debug]"
    exit 1
}

# Controlla se l'utente è root
[ $EUID != 0 ] && not_root

# Controlla se e' stato fornito almeno un parametro
[ "$1" ] || usage

[ "$1" == "--backup" ] && usage
[ "$1" == "--debug" ] && usage

DEBUG="NO"
BACKUP="NO"

if [ "$2" == "--debug" ] || [ "$3" == "--debug" ]; then
    DEBUG="YES"
fi

if [ "$2" == "--backup" ] || [ "$3" == "--backup" ]; then
    BACKUP="YES"
fi

[ "$DEBUG" == "YES" ] && echo "DEBUG (NESSUN FILE VERRA' CAMBIATO)"
[ "$BACKUP" == "YES" ] && echo "MODALITA' BACKUP ATTIVATA"

# Fail grep di tutti i possibili obiettivi
TARGETS=($(grep "$OLD_HOSTNAME" /etc/ -rl))
let TARGETSLENGTH=${#TARGETS[@]}

CHECKLIST=()
for ((i=0; i<${#TARGETS[@]}; i++)); do
    CHECKLIST+=("${TARGETS[$i]}" "" "ON")
done

CHECKLIST_RESULT=$(whiptail --clear --fb --title "$WHIPTAIL_TITLE" --backtitle "$WHIPTAIL_BACKTITLE" --checklist "$WHIPTAIL_TEXT" 30 80 $TARGETSLENGTH "${CHECKLIST[@]}" 3>&2 2>&1 1>&3)
CHECKLIST_RESULT=${CHECKLIST_RESULT//\"/}
CHECKLIST_RESULT_ARR=(`echo $CHECKLIST_RESULT | tr ' ' '\n'`)

clear

for CHECKLIST_ITEM in "${CHECKLIST_RESULT_ARR[@]}"; do
    echo "sed \"s:${OLD_HOSTNAME}:${NEW_HOSTNAME}:g\" \"${CHECKLIST_ITEM}\" > \"${CHECKLIST_ITEM}.tmp\""
    [ "$DEBUG" == "NO" ] && sed "s:$OLD_HOSTNAME:$NEW_HOSTNAME:g" "$CHECKLIST_ITEM" > "$CHECKLIST_ITEM.tmp"

    if [ "$BACKUP" == "YES" ]; then
        echo "cp \"${CHECKLIST_ITEM}\" \"${CHECKLIST_ITEM}.BCK\""
        [ "$DEBUG" == "NO" ] && cp "$CHECKLIST_ITEM" "$CHECKLIST_ITEM.BCK"
    fi

    echo "mv -f \"${CHECKLIST_ITEM}.tmp\" \"${CHECKLIST_ITEM}\""
    [ "$DEBUG" == "NO" ] && mv -f "$CHECKLIST_ITEM.tmp" "$CHECKLIST_ITEM"

    echo ""
done

exit 0
}}}
Line 88: Line 204:
   echo "uso: $0 nuovo_hostname"    echo "uso: $0 <nuovo nomehost>"
Line 92: Line 208:
[ -z $1 ] && usage

vecchio=`hostname`
[ "$1" ] || usage

vecchio=$(hostname)
Line 117: Line 233:
 * [[Howto/CloningASystem#UUIDs|Come clonare un sistema]] - system unique identifiers, to be changed when cloning a system.

Translation(s): English - Italiano - Русский


Rinominare un computer

Questa pagina spiega come cambiare l'hostname di un sistema (cioè rinominare un computer o un server).

Sintesi: hostname(1) non è sufficiente.

Rete

  • Aggiornare /etc/hostname.

  • Aggiornare /etc/hosts in modo che gli indirizzi locali risolvano con il nuovo nome del sistema.

  • Ricaricare la configurazione della rete; sono possibili due opzioni:
    • ricaricare i file di configurazione

      <!> Ciò disconnetterà temporaneamente il sistema dalla rete (di solito ssh resiste alle disconnessioni brevi)

      <!> Ciò potrebbe disconnettere definitivamente il sistema dalla rete in quanto non è in grado di ripristinare le connessioni; in questo caso riavviare, non perché sia la via più semplice ma perché accerta che la configurazione sia corretta

      invoke-rc.d hostname.sh start
      invoke-rc.d networking force-reload
      invoke-rc.d network-manager force-reload

      ToDo: è utile ricaricare network-manager?

    • oppure il metodo facile: riavviare il sistema.

systemd

Le versioni di Debian con installato systemd possono usare hostnamectl set-hostname miamacchina. Questo strumento dipende da dbus, perciò prima assicurarsi che sia installato. Documentazione relativa.

Applicazioni specifiche

avahi

Avahi è utilizzato per pubblicare (annunciare) servizi locali; se si modifica /etc/avahi/* bisogna eseguire:

  • invoke-rc.d avahi-daemon force-reload

ejabberd

Fare riferimento alla sezione Change Computer Hostname del sito web con la documentazione di ejabberd.

Exim

Riconfigurare Exim (ciò modifica /etc/exim4/update-exim4.conf.conf e /etc/mailname):

  • dpkg-reconfigure exim4-config

O modificare manualmente /etc/exim4/update-exim4.conf.conf (hostname=). È necessario riavviare il servizio.

Mailname

Riconfigurare Exim (vedere voce precedente) o modificare manualmente il file /etc/mailname; non è necessario riavviare il servizio.

Message Of The Day

Modificare il file /etc/motd; non è necessario riavviare il servizio.

Server OpenSSH

Modificare i file /etc/ssh/ssh_host_rsa_key.pub, /etc/ssh/ssh_host_dsa_key.pub, /etc/ssh/ssh_host_ed25519_key.pub e /etc/ssh/ssh_host_ecdsa_key.pub (root@hostname alla fine); è necessario riavviare il servizio.

Certificato SSL auto-firmato

Ricreare il certificato auto-firmato creato dal pacchetto ssl-cert usando il nome host attualmente configurato sul computer.

  • make-ssl-cert generate-default-snakeoil --force-overwrite

È necessario riavviare i servizi che lo usano, ad esempio apache2.

ssmtp

Ssmtp è un server SMTP leggero in sola uscita.

Modificare il valore di hostname= nel file /etc/ssmtp/ssmtp.conf; non è necessario riavviare il servizio.

sysklogd

Al fine di rendere visibile il nuovo hostname sul syslog è necessario riavviare il servizio sysklogd.

fail2ban

fail2ban analizza i log per rilevare connessioni fallite e può bandire IP in caso di troppi fallimenti.

Il nome host può essere nell'indirizzo email sender in /etc/fail2ban/jail.local. È necessario riavviare il servizio.

lvm

Logical Volume Manager (LVM, Gestore di volumi logici) è un mappatore di dispositivi che fornisce la gestione dei volumi logici.

Il nome host appare nel file di configurazione dei backup: /etc/lvm/backup/<Proprio gruppo volumi>.

md

Su un sistema che usa md sul dispositivo root, l'avvio fallirà dopo l'esecuzione di update-initramfs -u se il nome host in /etc/mdadm/mdadm.conf non corrisponde al nome host nei superblocchi dei membri dell'array.

Per cambiare il nome host nei superblocchi al prompt (initramfs) _ (o dal supporto di ripristino):

  • mdadm -A /dev/md/0 --update=name --name=new_hostname:0 /dev/sd[ab]1 # usare i PROPRI nomi di dispositivi

Per poter essere rinominato , il dispositivo md deve essere inattivo.

Migliore fonte di informazioni di riferimento: https://lists.debian.org/debian-arm/2016/02/msg00072.html

Idea di script per aiutare nel passaggio

Invasivo

Questo script è pericoloso. Bisogna controllare che tutti i file elencati da grep -rl "$vecchio" /etc debbano realmente essere modificati prima di eseguirlo:

   1 #!/bin/bash
   2 #
   3 usage() {
   4    echo "uso: $0 nuovo_hostname"
   5    exit 1
   6 }
   7 
   8 [ "$1" ] || usage
   9 
  10 vecchio=$(hostname)
  11 nuovo=$1
  12 
  13 grep "$vecchio" /etc/ -rl 2>/dev/null |
  14 while read file
  15 do
  16       sed "s:$vecchio:$nuovo:g" "$file" > "$file.tmp"
  17       mv -f "$file.tmp" "$file"
  18 done

È meglio fare un grep prima...

Script invasivo migliorato

Questo script farà le stesso cose del precedente ma chiede con un dialogo in shell quali file si desiderino modificare prima di farlo.

   1 #!/bin/bash
   2 #
   3 
   4 # Recupero dei nomi host vecchio e nuovo
   5 OLD_HOSTNAME=$(hostname)
   6 NEW_HOSTNAME=$1
   7 
   8 WHIPTAIL_TITLE="Cambio del nome host"
   9 WHIPTAIL_BACKTITLE="ShrimpDev <dev@csoellinger.at>"
  10 WHIPTAIL_TEXT="Piu' sotto e' presente una lista con caselle di spunta con tutti i file in cui e' stato trovato il vecchio nome host \"${OLD_HOSTNAME}\" all'interno di /etc\n\nControllare quali file devono essere aggiornati al nuovo nome host \"${NEW_HOSTNAME}\""
  11 
  12 not_root() {
  13     echo "ERRORE: E' necessario essere root per eseguire questo script"
  14     exit 1
  15 }
  16 
  17 usage() {
  18     echo "uso : $0 <nuovo nome host> [Optionale:--backup/Imposta la modalita' di backup] [Optionale:--debug/Imposta la modalita' di debug]"
  19     exit 1
  20 }
  21 
  22 # Controlla se l'utente è root
  23 [ $EUID != 0 ] && not_root
  24 
  25 # Controlla se e' stato fornito almeno un parametro
  26 [ "$1" ] || usage
  27 
  28 [ "$1" == "--backup" ] && usage
  29 [ "$1" == "--debug" ] && usage
  30 
  31 DEBUG="NO"
  32 BACKUP="NO"
  33 
  34 if [ "$2" == "--debug" ] || [ "$3" == "--debug" ]; then
  35     DEBUG="YES"
  36 fi
  37 
  38 if [ "$2" == "--backup" ] || [ "$3" == "--backup" ]; then
  39     BACKUP="YES"
  40 fi
  41 
  42 [ "$DEBUG" == "YES" ] && echo "DEBUG (NESSUN FILE VERRA' CAMBIATO)"
  43 [ "$BACKUP" == "YES" ] && echo "MODALITA' BACKUP ATTIVATA"
  44 
  45 # Fail grep di tutti i possibili obiettivi
  46 TARGETS=($(grep "$OLD_HOSTNAME" /etc/ -rl))
  47 let TARGETSLENGTH=${#TARGETS[@]}
  48 
  49 CHECKLIST=()
  50 for ((i=0; i<${#TARGETS[@]}; i++)); do
  51     CHECKLIST+=("${TARGETS[$i]}" "" "ON")
  52 done
  53 
  54 CHECKLIST_RESULT=$(whiptail --clear --fb --title "$WHIPTAIL_TITLE" --backtitle "$WHIPTAIL_BACKTITLE" --checklist "$WHIPTAIL_TEXT" 30 80 $TARGETSLENGTH "${CHECKLIST[@]}" 3>&2 2>&1 1>&3)
  55 CHECKLIST_RESULT=${CHECKLIST_RESULT//\"/}
  56 CHECKLIST_RESULT_ARR=(`echo $CHECKLIST_RESULT | tr ' ' '\n'`)
  57 
  58 clear
  59 
  60 for CHECKLIST_ITEM in "${CHECKLIST_RESULT_ARR[@]}"; do
  61     echo "sed \"s:${OLD_HOSTNAME}:${NEW_HOSTNAME}:g\" \"${CHECKLIST_ITEM}\" > \"${CHECKLIST_ITEM}.tmp\""
  62     [ "$DEBUG" == "NO" ] && sed "s:$OLD_HOSTNAME:$NEW_HOSTNAME:g" "$CHECKLIST_ITEM" > "$CHECKLIST_ITEM.tmp"
  63 
  64     if [ "$BACKUP" == "YES" ]; then
  65         echo "cp \"${CHECKLIST_ITEM}\" \"${CHECKLIST_ITEM}.BCK\""
  66         [ "$DEBUG" == "NO" ] && cp "$CHECKLIST_ITEM" "$CHECKLIST_ITEM.BCK"
  67     fi
  68 
  69     echo "mv -f \"${CHECKLIST_ITEM}.tmp\" \"${CHECKLIST_ITEM}\""
  70     [ "$DEBUG" == "NO" ] && mv -f "$CHECKLIST_ITEM.tmp" "$CHECKLIST_ITEM"
  71 
  72     echo ""
  73 done
  74 
  75 exit 0

Non così invasivo

#!/bin/bash
# 
usage() {
   echo "uso: $0 <nuovo nomehost>"
   exit 1
}

[ "$1" ] || usage

vecchio=$(hostname)
nuovo=$1

for file in \
   /etc/exim4/update-exim4.conf.conf \
   /etc/printcap \
   /etc/hostname \
   /etc/hosts \
   /etc/ssh/ssh_host_rsa_key.pub \
   /etc/ssh/ssh_host_dsa_key.pub \
   /etc/motd \
   /etc/ssmtp/ssmtp.conf
do
   [ -f $file ] && sed -i.old -e "s:$vecchio:$nuovo:g" $file
done

È meglio fare un grep prima...


Si veda anche