Translation(s): English - Italiano


Informazioni generali su Exim

Exim è un MTA (Message Transfer Agent, agente di trasferimento messaggi).

Installazione

Exim viene generalmente fornito con l'installazione predefinita di Debian. Se è necessario usare ACL e altre funzionalità potrebbe essere necessario installare exim4-daemon-heavy

#apt-get install exim4-daemon-heavy

Configurazione

Questa configurazione è stata testata in un server ed è adatta all'uso interno:

#dpkg-reconfigure exim4-config

Tipo di configurazione del sistema di posta:  sito internet; posta inviata e ricevuta direttamente con SMTP.
Mail name del sistema: propriodominio.com
Indirizzi IP sui quali attendere connessioni SMTP in ingresso: // lasciare vuoto
Altre destinazioni per conto delle quali accettare posta: propriodominio.com
Domini per i quali fare il «relay»: // lasciare vuoto
Sistemi per i quali fare il «relay»: // lasciare vuoto
Mantenere al minimo il numero di richieste DNS (dial-on-demand)?: No
Modalità di consegna per la posta locale: Formato Maildir nelle directory utente
Dividere la configurazione in molti piccoli file?: No

Questo scrive la configurazione in /etc/exim4/update-exim4.conf.conf

TLS e autenticazione

Generare un certificato usando:

#bash /usr/share/doc/exim4-base/examples/exim-gencert

Genera exim.crt e exim.key in /etc/exim4/

Invece di generare un certificato si può semplicemente copiare quelli acquistati o generati in precedenza.

Modificare /etc/exim4/exim4.conf.template

aggiungendo la riga seguente prima di .ifdef MAIN_TLS_ENABLE

MAIN_TLS_ENABLE = yes

Installare strumenti diagnostici

#apt-get install swaks libnet-ssleay-perl

Testare la connessione:

$swaks -a -tls -q HELO -s localhost -au proprio_utente -ap '<>'
 === Trying localhost:25...
 === Connected to localhost.
 <-  220 debianwb ESMTP Exim 4.76 Thu, 04 Aug 2011 14:22:02 +0600
  -> EHLO debianwb
 <-  250-debianwb Hello localhost [127.0.0.1]
 <-  250-SIZE 52428800
 <-  250-PIPELINING
 <-  250-STARTTLS
 <-  250 HELP
  -> STARTTLS
 <-  220 TLS go ahead
 === TLS started w/ cipher DHE-RSA-AES256-SHA
  ~> EHLO debianwb
 <~  250-debianwb Hello localhost [127.0.0.1]
 <~  250-SIZE 52428800
 <~  250-PIPELINING
 <~  250 HELP
  ~> QUIT
 <~  221 evie closing connection

Notare che durante il test con swaks si invia un password vuota.

Alcuni provider potrebbero bloccare la connessione alla porta 25, inoltre alcuni client insistono a provare TLS sulla porta 465.

Per gestire questo modificare il file /etc/default/exim4 in questo modo:

SMTPLISTENEROPTIONS='-oX 465:25 -oP /var/run/exim4/exim.pid'

E anche /etc/exim4/exim4.conf.template:

#####################################################
### main/03_exim4-config_tlsoptions
#####################################################
tls_on_connect_ports=465
### main/03_exim4-config_tlsoptions
#################################

Per i dettagli vedere il file README su pkg-exim4.alioth.debian.org.

Autenticazione utente

Ora si aggiungono gli schemi di autenticazione.

Per gli utenti shell si usa SASL, che usa PAM per l'autenticazione con password.

#apt-get install sasl2-bin

modificare /etc/default/saslauthd per abilitare saslauth

START=yes

avviare il demone:

#/etc/init.d/saslauthd start

modificare /etc/exim4/exim4.conf.template e decommentare la riga seguente per l'autenticazione con saslauthd:

 plain_saslauthd_server:
    driver = plaintext
    public_name = PLAIN
    server_condition = ${if saslauthd{{$auth2}{$auth3}}{1}{0}}
    server_set_id = $auth2
    server_prompts = :
    .ifndef AUTH_SERVER_ALLOW_NOTLS_PASSWORDS
    server_advertise_condition = ${if eq{$tls_cipher}{}{}{*}}
    .endif

Aggiungere exim al gruppo sasl

#adduser Debian-exim sasl

Riavviare exim:

#/etc/init.d/exim4 restart

Testare la connessione usando il proprio nome utente:

#swaks -a -tls -q AUTH -s localhost -au proprio_utente
Password:

Abilitare l'accesso IMAP installando ?Courier-Imap o un MTA simile

Filtraggio dello spam

Ci sono diversi modi per rilevare lo spam.

Exim ha la configurazione predefinita per l'uso di spamassassin (è richiesto exim4-daemon-heavy).

#apt-get install spamassassin

Modificare /etc/default/spamassassin

ENABLED=1

Avviare il demone:

/etc/init.d/spamassassin start

Modificare /etc/exim4/exim4.conf.template decommentando o facendo cambiamenti a seconda della propria configurazione:

# Per l'analisi dello spam esiste un'opzione simile che definisce l'interfaccia a
# SpamAssassin. Non è necessario impostare questo se si usa il valore predefinito che
# è mostrato nell'esempio commentato. Per la scansione dei virus, deve essere modificata
# anche la lista di controllo degli accessi acl_check_data per abilitare la scansione spam.

 spamd_address = 127.0.0.1 783

Modificare /etc/exim4/exim4.conf.template aggiungendo spam header nella sezione acl_check_data:

### acl/40_exim4-config_check_data
#################################

# Questa ACL viene usata dopo che sono stati ricevuti i contenuti di un messaggio. Questa
# è l'ACL in cui si possono testare le intestazioni o il corpo di un messaggio e, in
#  particolare, questo è il luogo in cui si possono richiamare analizzatori di virus o spam esterni.

acl_check_data:
...
...
...
# Vedere la documentazione di exim e il wiki di exim per ulteriori esempi.
#
# warn
#   spam = Debian-exim:true
#   add_header = X-Spam_score: $spam_score\n\
#             X-Spam_score_int: $spam_score_int\n\
#             X-Spam_bar: $spam_bar\n\
#             X-Spam_report: $spam_report

# metti intestazioni in tutti i messaggi (spam e non)
 warn  spam = nobody:true
     add_header = X-Spam-Score: $spam_score ($spam_bar)
     add_header = X-Spam-Report: $spam_report

# aggiunge una seconda riga di oggetto con l'indicazione *SPAM* quando un messaggio
# supera la soglia
  warn  spam = nobody
      add_header = Subject: ***SPAM (score:$spam_score)*** $h_Subject:

Controllare il wiki di exim e pr0d.planetlarg.com per informazioni dettagliate.

Per testare la propria configurazione di spamassassin seguire il test di spamassassin e gtube.

ACL (Access control list, liste di controllo degli eaccessi) di Exim

Exim fornisce un modo flessibile per impostare liste di controllo degli accessi. La documentazione delle ACL di Exim può essere letta qui.

Per esempio, se si cerca di respingere tutta la posta da tre fornitori di servizi email gratuiti (dominio1.com, dominio2.com, dominio3.com) in base all'header Received del loro server, si possono usare le righe seguenti:

deny
     condition = ${if match{$h_Received:}{\N\.(domain1|domain2|domain3)\.com\N}{yes}{no}}
     message = This mailbox does not support free e-mail services.

FAQ per gli utenti Debian di Exim4

Esiste una pagina con le FAQ per gli utenti di Exim4 in Debian.


Vedere anche