Translation(s): العربية - বাংলা-(Bengali) - Deutsch - Ελληνικά - English - Español - Français - עברית (Hebrew) - Italiano - 한국어 - Polski - Brasileiro - Русский - Svenska - தமிழ் (Tamil) - 简体中文


https://www.debian.org/logos/openlogo-nd-50.png https://www.debian.org/Pics/debian.png

Portal/IDB/logo_portal.png Benvenuti nel portale dell'ambiente desktop di Debian


Portal/IDB/icon-display-32x32.png Debian supporta tutti i tipi di ambienti grafici dagli ambienti desktop completi come GNOME e Plasma, ad ambienti più leggeri come Xfce e LXDE, fino a gestori di finestre ancora più leggeri come Openbox e gestori di finestre affiancate come Wmii.

La maggior parte degli ambienti desktop al momento si basa su Xorg (il sistema X Window) e in futuro supporterà eventualmente Wayland.


Componenti del desktop

Ambienti desktop

Lo scopo di un ambiente desktop è quello di fornire un insieme di applicazioni coerente in termini di aspetto, funzionalità e usabilità.

https://screenshots.debian.net/package/gnome

Il progetto GNOME fornisce due cose: l'ambiente desktop GNOME, un desktop intuitivo e bello per gli utenti, e la piattaforma di sviluppo GNOME, un'infrastruttura vasta per compilare applicazioni che si integrino nel resto del desktop.

https://screenshots.debian.net/package/kde-standard

Plasma di KDE è un ambiente desktop grafico open source potente per postazioni Unix. Combina facilità d'uso, funzionalità a passo con i tempi e un design grafico eccellente con la superiorità tecnologica del sistema operativo Unix.

https://screenshots.debian.net/package/xfce4

Xfce è un ambiente desktop leggero per vari sistemi *NIX. Progettato per la produttività, carica ed esegue applicazioni in modo veloce, risparmiando allo stesso tempo risorse di sistema.

https://screenshots.debian.net/package/lxde

LXDE è progettato per funzionare bene con computer con basse prestazioni, come macchine più vecchie con limiti di risorse, netbook di nuova generazione e altri computer piccoli.

https://screenshots.debian.net/package/mate-desktop

MATE è la continuazione di GNOME 2. Fornisce un ambiente desktop attraente e intuitivo usando le metafore tradizionali per Linux e per altri sistemi operativi simil-Unix.

Tra gli altri ambienti desktop disponibili in Debian sono inclusi: Cinnamon, LXQt, Budgie, Enlightenment, FVWM-Crystal, Window Maker, Sugar, Notion WM e probabilmente altri.

Tra gli altri ambienti desktop non disponibili in Debian sono inclusi: Unity (1 2), Pantheon, ROX, Equinox/EDE, Étoilé, CDE, Artemis, Durden e altri.

Window manager

Come dice il nome i window manager ("gestori di finestre") controllano la disposizione e l'aspetto delle finestre dell'ambiente e i modi con cui si interagisce con esse. Sebbene alcuni gestori di finestre possano far parte di un ambiente desktop, altri (come i window manager con finestre affiancate) funzionano anche da soli, e possono essere progettati proprio per quello scopo.

https://screenshots.debian.net/package/openbox

Openbox è un window manager leggero e altamente configurabile con un vasto supporto degli standard. È molto noto per il suo aspetto minimalista.

https://screenshots.debian.net/package/fluxbox

Fluxbox è un window manager per X che è stato basato sul codice di Blackbox 0.61.1. È molto leggero in termini di risorse e facile da usare, ma pur sempre ricco di funzioni che permettono un'esperienza desktop facile ed estremamente veloce.

https://screenshots.debian.net/package/compiz

Compiz è un window manager con compositing per il sistema X Window che usa l'hardware per grafica 3D per creare veloci effetti di compositing per il desktop per la gestione delle finestre.

Cercare altri window manager con Debtags: x11::window-manager.

Window manager a finestre affiancate

I gestori di finestre con finestre affiancate (tiling window manager) forniscono un modo per controllare il comportamento delle finestre posizionandole affiancate e riempiendo facilmente tutto lo schermo.

https://screenshots.debian.net/package/wmii

Wmii è un window manager dinamico per X11. Supporta la gestione delle finestre classica e affiancata con controllo remoto esteso con tastiera, mouse e basato su filesystem. Sostituisce al paradigma degli spazi di lavoro con un nuovo approccio basato su etichette.

https://screenshots.debian.net/package/awesome

Awesome è un window manager dinamico per X11. Supporta la gestione delle finestre affiancata con funzioni estese per tastiera e mouse ed è controllabile da script in Lua. Include molti moduli aggiuntivi che lo possono rendere molto potente. Sostituisce il paradigma a spazi di lavoro con un nuovo approccio a finestre affiancate che non si sovrappongono.

https://screenshots.debian.net/package/i3-wm

i3

https://screenshots.debian.net/package/dwm

Dwm

Display Manager, gestori di sessione

Nel sistema X Window System un gestore di sessione X (display manager) è un gestore grafico di login che avvia una sessione in un server X dallo stesso computer o da un altro. Un gestore di sessione presenta all'utente una schermata di login. Una sessione viene avviata quando un utente inserisce con successo una combinazione valida di nome utente e password.

Ulteriori informazioni: Display manager.

Come funzionano le cose

Installazione di un ambiente desktop

Inizialmente, durante l'installazione di Debian, l'installatore offre la scelta di quale ambiente desktop installare; è anche possibile non installarne alcuno se non si desidera un ambiente grafico o si preferisce installarlo successivamente.

In seguito l'installazione di un altro ambiente desktop è semplice quanto installare un unico pacchetto. Per alcuni ambienti desktop si ha la scelta tra diversi metapacchetti a seconda che si desideri installare un insieme minimale del software oppure quasi tutto il software fornito dall'ambiente. Fare riferimento alla pagina specifica per l'ambiente desktop che si desidera installare per una descrizione di tali metapacchetti.

Installare un nuovo ambiente desktop lo rende disponibile nel sistema, ma sarà comunque necessario impostare la sessione utente (vedere più avanti) per eseguirlo.

Sessioni

Le sessioni sono solitamente gestite dal Display Manager, che a sua volta si basa su Xsession.

La maggior parte dei gestori di sessione permette di selezionare quale ambiente desktop/gestore di finestre si desidera eseguire per la sessione ed eventualmente lo rende predefinito.

Se non si desidera eseguire un display manager per gestire le proprie sessioni si può considerare l'uso di nodm. Ci si potrebbe trovare a proprio agio semplicemente con l'uso di un blocca-schermo (es. XScreensaver, slock) per bloccare manualmente la propria sessione invece di attendersi che insista su nome utente e password prima di consentire l'accesso. Ciò è probabilmente non appropriato per i server ma può essere accettabile per un sistema utente casalingo presumendo che non esistano problemi di fiducia in famiglia.

Se non si ha alcun display manager installato, si può comunque avviare l'ambiente X dalla console con il comando startx che è una chiamata a xinit.

Temi e personalizzazione

Il modo più facile per personalizzare il proprio ambiente è installare dal gestore dei pacchetti i temi progettati per il proprio ambiente desktop.

È possibile personalizzare ulteriormente modificando impostazioni dei toolkit grafici, come GTK2, GTK3, o modificare direttamente le impostazioni delle applicazioni.

Alcuni terminali come xterm e urxvt fanno uso di Xresources per controllare il loro aspetto e le loro funzionalità.

Cercare temi X11 usando Debtags: x11::theme.

Tipi di carattere (font)

Si può imparare di più su come ottenere tipi di carattere, sul loro rendering e su altri aspetti.

Problemi comuni

Ambienti eterogenei

Sebbene lo scopo di un desktop sia quello di fornire un insieme coerente di applicazioni, è probabile che si mescolino applicazioni provenienti da diversi ambienti desktop che usano vari toolkit grafici con l'inconveniente che non saranno ben integrate.

Ottenere un aspetto e uno stile uniformi tra le proprie applicazioni può essere difficile e si basa su trucchi come l'uso di temi progettati specificatamente per sembrare simili in ambienti e applicazioni diversi.

Alcune funzionalità come i menu del desktop possono essere condivise, in particolare per gli ambienti che seguono le linee guida di FreeDesktop (XDG).

Applicazioni predefinite

L'avere più applicazioni che hanno lo stesso scopo porta ad una competizione riguardo quale software debba aprire e gestire i file. Esistono diversi meccanismi per controllare queste applicazioni e impostazioni predefinite.

Risorse

Utenti finali

temi multipiattaforma

Contribuire