Translation(s): English - Français - Italiano


Un demone, o servizio di sistema, è un processo eseguito sullo sfondo che viene di solito fatto partire da init durante la sequenza di avviamento iniziale. I demoni tipicamente vengono eseguiti indipendentemente dagli utenti, rimangono in ascolto per eventi di sistema e forniscono in risposta dei servizi. Alcuni dei demoni comuni sono:

Demoni in Debian

Debian fa uso degli script init in stile System V per la gestione dei demoni. Ciò permette ai demoni di funzionare in modo condizionato, in base al RunLevel attuale del computer. Ad esempio, un demone può essere configurato per essere eseguito solo quando il computer è in modalità utente singolo (runlevel 1) oppure, più frequentemente, quando in modalità multi-utente (runlevel da 2 a 5). Per maggiori informazioni, vedere Init e RunLevel.

Il Manuale Debian Policy (sezioni 9.3 e 9.4) è un'ottima risorsa per capire meglio gli script init per i demoni in Debian.

Gestire i demoni

Una breve introduzione agli script init di Debian

Gli script init per i demoni sono archiviati in /etc/init.d/ insieme agli altri script di avvio di sistema.

Quando un demone viene abilitato o disabilitato, i collegamenti simbolici che puntano ai relativi script init vengono rispettivamente creati o rimossi dalle varie directory /etc/rc*.d/, corrispondenti ai RunLevel in cui il demone deve essere eseguito.

Questi script init vengono trattati da dpkg come file di configurazione; ciò significa che rimangono nel sistema dopo che un pacchetto viene disinstallato, a meno che non si usi l'opzione 'purge'.

Opzioni comuni per i demoni

La maggior parte degli script per i demoni accetta un insieme comune di opzioni, che possono essere passate direttamente allo script dalla riga di comando, ad esempio:

# service ssh restart
Restarting OpenBSD Secure Shell server: sshd.

Ecco una breve descrizione delle più comuni opzioni:

L'avvio e l'interruzione di un servizio in questo modo è temporaneo e non sopravvive ad un riavvio del sistema. Fare riferimento alla sezione seguente per abilitare/disabilitare i demoni in modo permanente.

Abilitare/Disabilitare demoni

Nota bene: Molti demoni forniscono servizi essenziali per un'installazione Debian funzionante; altri costituiscono un rischio per la sicurezza non necessario quando vengono abilitati in modo superficiale. Quando si ha a che fare con i demoni si dovrebbe essere cauti; se in dubbio fare riferimento alla documentazione del demone stesso.

Abilitare demoni

Per (ri)abilitare un demone (usando le impostazioni predefinite) eseguire il seguente comando, dove <demone> corrisponde al nome dello script init come elencato in /etc/init.d/:

# insserv <demone>

Disabilitare demoni

Per disabilitare un demone nei suoi runlevel, eseguire il comando seguente, dove <demone> corrisponde al nome dello script init come elencato in /etc/init.d/:

# insserv -r <demone>

Per maggiori dettagli su ciò che fanno questi comandi, fare riferimento alla pagina di manuale di insserv.

Questi comandi presumono che lo script del demone in /etc/init.d abbia gli appropriati header LSB. Per maggiori informazioni sul nuovo modo di Debian di abilitare/disabilitare gli script, vedere Avvio basato sulle dipendenze e Script LSB di init.

Utilità grafiche per la gestione dei demoni

Esistono diversi strumenti grafici per rendere la gestione demone ancora più semplice; alcuni esempi popolari disponibili per Debian includono rcconf e sysv-rc-conf.

Vedere anche


CategoryBootProcess